Professionisti della propaganda senza shame: the praise of the battaglione Azov surpasses all precedent | Diego Fusaro

I say it ormai da tempo e forse le mie sono parole al vento, verba ventis, eat amavano dire i latini . If I self-proclaim Orwellianly and also goffally ‘professionisti dell’informazione’ eppure andrebbero più properly appellati ‘professionist of propaganda’. Vuoi also della manipolazione organized millimetrically. Will the clergy regulate giornalistico? Il clergy secolare intellettuale? And not the last of the media circus in general, non fanno altro che produrre ideological quadri. Più precisely quadri ideologici di giustificazione degli asymmetry rapporti di forceit is worth telling how long it takes to apply the new mental order for the completion of the new turbo-capitalistic world order.

That is the foundation of that unique thoughtpolitically correct and ethically correct, that the other is not the ideological expression of the world really data with its asymmetry and its degree in the crescent world violence. Il livello massimo della propaganda si è raggiunto a mio giudizio proprio questi mesi, con l’aperto elogio di questi tempi (fatto non da tutti per fortuna) del battaglione Azov. Deve essere chiaro che si tratta di a gruppo in Ukraine said to be Nazism, a group that holds, senza modesty, gli squallidi simboli del nazismo senza far mistero della propria regressive ideology. Dichiararatamente ispirata all’orrore del nazionalteutónico socialismo. Il gruppo Azov dovrebbe essere uncondizionatamente condannato, oggetto di vituperio, presa de distanza, demonizzazione e invece en el tempo della menzogna universale comes openly celebrated dai media allineatissimi con l’ordine padronale de Washington perché il battaglione Azov oggi risulta funzionale all’atlantismo e all’ imperialism of it Born in operation antirussa.

Addirittura i professionisti della propaganda si sono spinti a celebrare i nazisti del battaglione Azov come attenti lettori di Kant, they have presented their alcuni giornali. I know an author totally foreign to the Nazi logic is Kant naturally, ma già Hannah Arendt ricordava that last Eichmann in tribunale osò define if a Kantian. Ebbene, good tradition, I know if he continues his false questa per cui i neoazisti del battaglione Azov if I say lettori di Kant, obviously posto che mai lo abbiamo letto, non ne hanno capito a solo rigo I know if he considers that he is the teorico dell’categorical imperative. Quello che prescrive di trattare l’altro semper como un fine e mai como un mezzo.

Chi ancora Avesse Dubbi sull’opera organizzata della buona part of the gyornalistic clergy, non tutto per fortuna ripeto, dovrebbe seriously interrogate I know this and the own capacità of critical analysis. È chiaro e deve esserlo. Oggi, the Atlanticist world order, legitimate financier of the Nazism of the Azov battaglione pur di mettere all’angolo chi non si pieghi alla imperialistica potenza di Washingtonsegnatamente la Russia e la Cina.

Stiamo assisting a riabilitazione of Nazism, say what Nazism was in 2014, euromaidancolpo di stato funzionale agli Stati Uniti e alla traslazione dell’Ucraina tutta sotto il dominio di Washington. A colpo di Stato che venne gestito e orchestrato da forze di estrema destra neonazista, tra cui lo stesso battaglione Azov.

And what will I say allora of a time in question, if it says progressisti, opened to the future and to the time it is, if it legitimizes Nazism in its first form, say and flaunt yourself as an accade in the Azov battalion? Credo ci sia molto da riflettere sul grade I gave ideology and propaganda that is unconfessably raggiunto.

Radio Attività – Lamp of the daily pensiero

We wish to say thanks to the writer of this post for this outstanding content

Professionisti della propaganda senza shame: the praise of the battaglione Azov surpasses all precedent | Diego Fusaro


Visit our social media profiles along with other related pageshttps://star1015fm.com/related-pages/