Dawson’s Creek compie 25 anni: 5 motivi per cui segnato e iluso un’intera generazione

Kevin Williamson’s teen drama, con cui sono cresciuti i Millennial, has debuted on 20 Gennaio 1998, this 25 anni fa: ma non è che i drammi degli adolescenti di Capeside ci hanno illuso un po’ troppo?

If i quarantine (o giù di lì) di oggi haveno bisogno di un analista, forse è even colpa di Dawson’s Creek. A generation of insicuri, perfectionist, troppo lasted with their stessi and workaholic. Perché? Provate a rivedere oggi, at 25 years old from the first messa in onda sull’americana The WB, an episode in case of the series di kevin williamson. Proverete forse a mixture of nostalgia and embarrassment: verbal adolescents, unrealistic sentimental relationships, melodramatic plots and stereotyped LGBTQ characters. Certo, il tutto era condito da tanto, tanto cuore e una sound colonna anni ’90 di cui non ci siamo ancora stufati. Ma non sarà che una delle serie della nostra adolescence ci ha fatto promise che la realtà non è stata in grado di mantenare?

Dawson’s Creek has changed the tv, ma ci has traditi

Eppure when it debuted, it 20 Gennaio 1998 (in Italy due anni dopo, on 13 Gennaio 2000), Dawson’s Creek It suddenly sowed a revolutionary series: written by a public teen, rivolta ad adolescenti veri che potevano easily rispectchiarsi nelle vite dei protagonististe e endowed with a depth and maturity a cui la televisión non ci aveva ancora abituato. Che Dawson’s Creek is a milestone of American television (and not only) è indubbio. The impact that has broken in pop culture is evidently anchored In that series that I will portray adolescents in a realistic and authentic way. The sentimental adventure of a group of ragazzi from the Capeside women, a seaside resort in Massachusetts (which was Wilmington, in North Carolina), have accompanied the growth of an intergenerational interest. Chi non si è mai identificato nelle parrot paure, i parrot sogni e le parrot difficoltà? Il primo bacio, i primi approcci con il sesso, i problemi con i genitori e le aspirazioni adolescenziali oggi sono temi che retroviamo in ogni teen drama. Ma è own thanks to the series by Kevin Williamson se, da un certain point in poi, non sono più stati tabù. Per non parlare del trampolino di lancio che Dawson’s Creek has represented by attori come Joshua Jackson and Michelle Williamsoggi apprezzati interpreted to the cinema and on tv.

Dawson's Creek

It was easy, but he was a high school student in his first year of 2000, he liked Dawson, Pacey, Joey, Jen and all the others, even from the other part of the ocean. Lo è stato suremente per la sottoscritta, che ella no ha mai rinnegato di essere stata a Dawson bimba (però sostenitrice – shipper, if sarebbe detto qualche anno dopo – PJer, la coppia formata da Pacey e Joey). Ma oggi sono passati 25 anni e il mondo delle serie tv e della televisione in generale, fortunately, if it subsequently evolved. Also noi Capesiders we open up gli occhi and siamo cresciuti, doing a little to pugni con il mondo. Siamo onesti: Dawson’s Creek, a little, ci ha traditi. Don’t believe me? I saw riflettere facciamo condividendo con voi 5 motivi per cui Dawson’s Creek Has the flu, perhaps with consequent disaster, the Millennial’s adolescence.

Dawson’s Creek: 5 reasons for which there has been an intergenerational

1. Aspectative sentimental and unrealistic

Dawson’s Creek ci has presented sentimental relationships and heart dynamics are not always corresponding to the real: friends who are better than ogni ostacolo, Necessarily exclusive relationships, complicated love affairs, romantic and dramatic. Per non parlare della difficoltà di accettare l’amicizia platonica, facendoci aperare siempre che quella tra Joey e Dawson ventasse qualcosa di più. Il sentimental baggage che ci ha lasciato en eredità que es serie è decisamente pesante. I will say, I still hope that any of us have dedicated a wall with the writing “Ask me to stay”.

Dawson's Creek

2. Vogliamo tutti diventare registi

The protagonist of the series, Dawson Leery (James Van Der Beeck), è un aspirante regista e non smette di ricordarci, in ogni santissimo episodio, quanto questa passione sia la sua ragione di vita. Alla fine, naturally, he realizes his or he dreams of him. Ma nella realtà non semper le aspirazioni artistiche (in senso lato) que coltiviamo inside noi durante l’adolescenza si materializano en un impiego por la vita. Vorremmo tutti aver avuto the occasioni del privileged Dawson (che alla fine riesce even ad find his idol of him, Steven Spielberg). Invece le bollette non si pagano da sole.

3. A “bacchetton” series

saving Dawson’s Creek As an adult, if he tells how much this series is, it is very “bacchettona”, it is worth saying presumptuously in voler necessarily farci take a position. Ci voleva insegnare cosa e chi fose buono e cosa e chi fose cattivo. Is your life sregolata? Finirai surely male (vedi la povera Abby Morgan, personaggio unjustamente sottovalutato). Vai male a scuola e rischi di essere bocciato? You help a fidanzata with the crocerossina syndrome. Quello che avrebbe dovuto insegnarci, invece, è che it is not all white or all black. There is no clear confinement working well and cattivo. E un sedicenne rancoroso che ci fa la predica e piange a dirotto su un pontile (ma grazie per il meme, James) non è una bella immagine da ricordare.

Dawson's Creek

4. Parla eats mangi

Dawson’s Creek ci ha transmesso a certain desire to fly I will display a forbito eloquy, even when not necessary. gli elaborati e complessi dialogi che Williamson has written for his people sono stati legitimately criticized for being far away from the real estate. “I will only say that our emerging ormoni are not changing our rapport, but we must limit ourselves to danni. We are crescendo. But Spielberg has overcome the Peter Pan syndrome,” says Joey (Katie Holmes) to Dawson in the famigerata scene that I learned from the series. Ok che Joey Potter was a secchiona, ma da qui a scomodare i manuali di psicologia a quindici anni ce ne vuole.

5. We still do not feel better than the finale

And we want to talk about that finale? Credo che nessuno di noi si sia ripreso dal discorso che a Jen, malata and consapevole di essere in fin di vita, fa a sua figlia. “Voglio che tu ami, senza paure né riser. E cuando troverai quell’amore, dovunque lui sia, chiunque tu scelga, non scappare via, ma non dargli neppure la caccia. Be your sarai paciente, lui verrà da te, I promise you “(che dicevamo delle aspettative unrealistiche?). Discourse strappalacrime apart, Was davvero necessary to die the only character endowed with a pizzico di buon senso traumatizzandoci, così, a vita? His Celtic finale di Joey – better with Dawson or with Pacey? – poi, meglio non avventurarsi. It is an argument that touches anchors in the depths. Ma, a lucid mind, non sarebbe stato più sensato che la principessina Joey non finisse non nessuno dei due?

Dawson's Creek

Ora, saranno pure passati 25 anni, ma chi scrive nasconde ancora il poster di Dawson’s Creek in an ‘anta dell’ armadio. Quindi capirete che, per quanto cinica, questa riflessione nasce da un fondo affetto verso un serie che, nel bene e nel male, è stata la primera de un lunga lista de telefilm (negli anni ’90 li chiamavamo così, eh) de formazione. E lo è stata per molti. Happy anniversary to Dawson’s Creek and good anniversary to us, we sing anchor “Anouanauei”.

Ah, there are seasons and every episode of Dawson’s Creek I’m currently streaming (also with the original acronym!) your Prime Video. Noi ve l’abbiamo detto.


Save Dawson’s Creek your Prime Video

We would love to give thanks to the writer of this post for this incredible web content

Dawson’s Creek compie 25 anni: 5 motivi per cui segnato e iluso un’intera generazione


Find here our social media profiles as well as the other related pageshttps://star1015fm.com/related-pages/