Erricorù: “Costruzioni Terapeutiche Vol. 1” review

A fist right in front of you. But one of those who fought scagliati per difesa, non per offendere. An irrational, violent and crude album. Give ascoltare keeping your guard up.

Costruzioni Terapeutiche Vol.1 è il primo ep di Erricorù Neapoletano artist di lunghissimo Corsican.

If it is a piccola raccolta di cinque canzoni que si muovono tra il grunge e il rock d’autore con testi che scavano inside, fine alla catarsi, fine all’evocazione delle emozioni e della loro genesi.

Musically speaking, starting from the rhythmic section we open a battery that sounds very reverberating, sinning deeply in depth. Si sentono molto poco i fusti e tanto gli overhead, quindi tanti piatti ed alte frequenze in primo piano. Un vuoto che si fa anchor più marcato perché invece il basso, che dovrebbe doppiare il kick è molto “cicciotto”, gonfio il giusto e ben rotondo. It requires a parallel compression per kick and rolling, which once again caused the battery to be very pulsing and aggressive.

Le chitarre elettriche sono molto ben curate ed hanno il compito di “arrangiare” le canzoni, making me change parrot il passo di volta in volta. Sono chitarre suonate con gain non esagerato ma con overdrive molto caldi, typical of classic rock. I suoni sono ben curati ed equalizzati, la compressione riesce ad appianare gli scalini dinamici senza però far dalre dimensionalità al suono. I used to be a typical grunge abbastanza, where alla “bravura” comes against a research of phrases and riffs quasi psychedelic fatti di poche note pesanti come macigni. Also le chitarre acustiche fanno capolino, come in I suspectdove strumming and arpeggi donano calore e intimità alla ballata.

The voice is a separate chapter: the timbre is suddenly recognizable, the intonation is good and the intention is absolutely grunge. I sound sonorità che riportano proper to this generate, with maggiore aderenza ai Foo Fighters. I testi sono composti di parti in English, parti in Italian and parti in Napoletano. Ognuno degli idiomi utilizzati sembra avere a own livello di interiorizzazione dove il napoletano rappresenta il più profondo. Il missaggio vede questa voce sesso indietro nel mix, como da trattamento standard nel rock e nei derivati. The voice comes treated as qualsiasi another instrument, also with a urlo può fare arrangement.

in conclusion Costruzioni Terapeutiche Vol.1 è unquestionably visceral record, a record with little, anzi senza mediazione mentale, senza diplomazia. Arriva come un pugno e non sta lì a spiegarti perché. If it’s a piccolo gioiello liberatorio, give a proiettile sparato per difendersi giocandosi l’ultima e la più pericolosa delle carte. The shoe gave a ferito lion. Struggente e poetico quanto ancora letale e disperato.
The attack is adrenaline-inducing and forse the asset of live in studio toglie some of the possibility of audio definition and precision. Ma come detto, non c’è mediazione in this album, dunque non avrebbe senso avere da patina da accanimento post produttivo.


the review Costruzioni Terapeutiche Vol. 1 The writing of Giulio Pons is apparsa su Rockit.it on 2022-11-02 17:18:55

We would like to give thanks to the author of this article for this amazing web content

Erricorù: “Costruzioni Terapeutiche Vol. 1” review


You can find our social media profiles and other pages related to it.https://star1015fm.com/related-pages/