WHAT ARE YOU GOING? To the cinema in the heart of Rome. Il fascino dell’antico in 10 great films

In Rome, from July 1 to 10, 2022, there will be a promotional event from the CSC – Cineteca Nazionale e Parco archeologico del Colosseo that celebrates the protection of the cinema sull’antichità.

In Rome, from July 1 to 10, 2022, there will be a film promotion promoted by CSC – Cineteca Nazionale e Parco archeologico del Colosseo, for the first time unite in a collaboration, what if it is titled QUO VADIS? To the cinema in the heart of Rome. Il fascino dell’antico in 10 great films.
questa rassegna free income It is a true and own journey in the time, hope of a luogo dove il tempo sembra essersi fermato, il Temple of Venere and Romeper raccontare across sixteen films of the last generation of the time – introdotti ogni sera da esperti di storia antica, scrittori, critici e giornalisti – come il cinema si è confrontato with the roman classicitàin a fatto rapporto di volta in volta di fedeltà e tradimento, philological care and liberation inspiration, serietà and disimpegno.
Racconta Marta Donzelli, president of the Experimental Center of Cinematography:

«Insieme al Parco Archeologico del Colosseo abbiamo immaginato un voyage nei film che hanno raccontato il mondo antico, in particular quello romano. Sgombrato il campo da ogni possibile philological mistake, sarà l’occasione per scoprire come il cinema has seen, interpreted, used and spesso “stravolto” the story, the iconography, and miti della classicità. A journey tra divi antichi e contemporanei que va dai kolossal americani ai peplum italiani, from Fellini to Kubrick, confining also in the comedy, in the musical and in the cinema per ragazzi.
With “What Vadis?” continues the impetus of the Fondazione Experimental Center of Cinematography for the valorization of cinematographic culture in its primary form of fruition: the collective vision of the great schermo. L’experienza sarà questa volta ancora più unica e straordinaria perché accadrà in uno dei luoghi più importanti della nostra culture e della nostra storia»

Keep going Alfonsina Russo, director of the Colosseo Archaeological Park:

«During the 45th anniversary of the first Roman estate created by Renato Nicolini in 1977, one of the most innovative experiences of the capital, inaugurated with the film Senso di Visconti all’interno della Basilica di Massenzio, the great cinema returns to the Colosseo Archaeological Park, this time in the Tempio di Venere and Rome.
Ten series of cinematographic projections, with a repertoire that spans history, classical antiquity and archeology, set in Venere’s cella, one of the most iconic and suggestive sites in Rome, will reopen to the public shortly after an accurate restoration in 2021.
The power of cinematographic art, in terms of transmission of knowledge and preservation of history, has always been an important vehicle for the communication of the importance of cultural heritage and for its valorization.
Proiettare dei film nella cella del tempio di Venere affacciata sul Colosseo diventa un’occasione di incontro fra l’immaginario cinematografico, because the antiquity costituisce fin dagli albori a source inesauribile di storie e temi a cui attingere, e un extraordinary monument della Roma imperiale così fortemente symbolico e inspiring de beauty, in degree anchor oggi, almost due to anni dalla its construction, di coinvolgere il pubblico in un viaggio emotionale nel tempo, in which case thanks also to the precious support of the art of cinema».

Queste parole del Minister of Culture Dario Franceschini:

«Il cinema has always guarded one particular its ancient Rome, because its other civility of the past, attingendo a piene mani sia dalla storia che dalla leggenda. Grazie alla collaborazione fra la Cineteca Nazionale del Centro Sperimentale di Cinematografia and il Parco archeologico del Colosseo, this unbroken narrative vein, vital anchor to our days, will decline in all its diverse expressions in the extraordinary context of the Tempio di Venere and Rome, giving the public emotions unrepeatable»

IL PROGRAM DI QUO VADIS?

sold 1 luglio:
Hail Cesare! (Hail Caesar!)Joel & Ethan Coen, 2016
introduction: Piera Detassis and Walter Veltroni

Saturday 2 July:
CleopatraJoseph L. Mankiewicz, 1963
introduction: Valeria Arnaldi and Marisa Ranieri Panetta

domenica 3 luglio:
Il primo reMatteo Rovere, 2019
encounter with Matteo Rovere and Alessandro Borghi, moderated by Ilaria Ravarino

Monday 4 July:
Dolci vizi al Foro (A Funny Thing Happened on the Way to the Forum)richard lester, 1966
introduces: Emanuela Martini

Tuesday 5 July:
Fellini SatyriconFederico Fellini, 1969
Introduced: Steve Della Casa and Marisa Ranieri Panetta

Wednesday 6 July:
Asterix e il segreto della pozione magica (Asterix: Le Secret de la Potion Magique)A. Astier, L. Clichy, 2018
introduction: Oscar Cosulich and Andrea Schiappelli

giovedì 7 luglio:
Scipione detto also l’AfricanoLuigi Magni, 1970
introduces: Alberto Crespi

Friday 8 July:
spartacusstanley kubrick, 1960
introduction: Giovanni Brizzi and Paolo Di Paolo

Saturday 9 July:
Toto and CleopatraFernando Cerchio, 1963
introduces: Emiliano Morreale

Sunday 10 July:
what are you going?Enrico Guazzoni, 1913
Live music accompaniment by Maestro Michele Sganga
introduction: Jerzy Miziołek and Jay Weissberg

Tutti i film sono in versione originale con sottotitoli italiani; i italian film in original version with sottotitoli inglesi.
Ingresso libero fin a posti esaurimento – prenotazione consigliata su eventbrite.it
Access from Piazza del Colosseo from 8:30 p.m.

WHAT ARE YOU GOING? Al cinema nel cuore di Roma opens for another secolo di film (from 1913 to 2019) surrounding ten titles (ma potevano essere cento, e non sarebbero comunque bastati), introdotti ogni sera da esperti di storia antica, scrittori, critici e giornalisti, The trace of the irresistable fascination that ancient Rome always exerts on its cinema. An attraction that translates into a pressoché inesauribile filmography, popolata di imperatori e regine, legionari e filosofi, schiavi e centurioni, gladiatori e vestali. From the fondazione dell’Urbe alle invasioni barbariche, dagli ultimi giorni di Pompei alla caduta dell’impero, dal ratto delle sabine ai primi anni del Cristianesimo, dal Colosseo alle province più lontane, non c’è stagione, episode, luogo, personaggio – mythical o reale – che non sia stato portato sullo schermo.
Ma c’è di più: perché se es vero que al cinema possiamo “sfogliare”, come in a bignami spesso superficiale ma d’effetto, la storia della Roma dei Cesari, molti di quei titoli consentono di ripasare alcuni snodi crucial dell’industria Cinematographic of the Novecento: in a program that did not have ambitions of that, non troverete – per fare due esmpi – La tunica di Henry Koster (1953), primo Cinemascope della storia, né il Ben-Hur di William Wyler, che dall’alto delle sue 11 statuette guida dal 1959 classifica dei vincitori dell’Oscar (eguagliato, mai superato, soltanto decenni dopo). Ma, in tema di svolte, non potevano mancare due kolossal lontani nel tempo, nello spazio e negli esiti commerciali, entrembi capaci di segnare in indelible modo il proprio tempo: il Quo vadis? Muto di Enrico Guazzoni, the one with the extraordinary successo oltreoceano sdogana definitively – siamo nel 1913 – the lungometraggio format as we know it anchor oggi; e lo sfarzoso (ea lungo vilippeso) Cleopatra by Joseph L. Mankiewicz, with Liz Taylor and Richard Burton, who carries the Fox sull’orlo del fallimento e fissa al 1963 la fine dello studio system hollywoodiano (un po’ come – gli dei e gli storici ci pardonino il paragone – to 476 AD if it dates by convention the expired dell’Impero Romano d’Occidente).
Se Cleopatra chiude la fortuna di un genere (for a fasti ritorno ai fasti di un tempo bisognerà aspettare il nuovo millennio, with Il gladiatore by Ridley Scott; while in Italy in 2019 see Matteo Rovere return to the origin of the myth with Il primo re), what scatenato film di opening della rassegna, Ave, Cesare! by Joel & Ethan Coen, reminiscent of the beginning of the golden year, setting in 1951 an omaggio alla Hollywood dei “sandaloni”, with George Clooney centurione converted to the foot of Croce, while his theater poses if it allunges the spectrum of McCarthyism ; The stesso maccartismo that all’apice della carriera aveva costretto a lavorare nell’ombra one of the great sceneggiatori dell’epoca, Dalton Trumbo, e non poteva essere che lui a firmare nel 1960, por tra non pochi dissidi con il protagonist-producer Kirk Douglas , the adult più e “revolutionario” dei kolossal romani, Spartacus di Stanley Kubrick. The decade came in 1969 with the incursion into Rome by another great author, Federico Fellini, who in Satyricon played Petronio Arbitro with a freedom that had no precedent (né epigoni) in the tradition of historical cinema. Non che fossero mancate, negli anni precedenti, riletture non proprio ortodosse: in 1966, the “regista dei Beatles” Richard Lester brings to the cinema a bizarre Plautino musical, Dolci vizi al forum, that gave a volta di più – thanks to the brani of Stephen Sondheim ma soprattutto alle prove di Zero Mostel e Buster Keaton – as peplum and possano humor coexist perfectly. Right now, insegnato Goscinny e Uderzo, gli inventori dei Galli più divertenti della storia (per i più piccoli presentiamo il cartoon più recente della serie, Asterix e il segreto della pozione magica de Alexandre Astier e Louis Clichy), and we show it due dei titoli italiani in programma: Totò and Cleopatra by Fernando Cerchio, with the prince of the laughter impegnato in the doppio ruolo of an improbable Marco Antonio and his sosia Totonno, in an “istant” parody of the già citato Cleopatra; e Scipione detto also l’Africano di Luigi Magni, che con un cast stellare (Marcello Mastroianni e il fratello Ruggero, grande montatore qui nell’inedito ruolo di co-protagonist, Vittorio Gassman, Silvana Mangano) satireggia sui vizi sempiterni della roman politica. Come se nella storia, nel myth, nella letteratura Latina si potesse già leggere tutto ciò che sarebbe stato. Compressed cinema.

We wish to give thanks to the author of this write-up for this awesome content

WHAT ARE YOU GOING? To the cinema in the heart of Rome. Il fascino dell’antico in 10 great films


Find here our social media profiles as well as the other related pageshttps://star1015fm.com/related-pages/