Valeria Parrella boccia il “merito” with a sgrammatical tweet. Grotesque effect. I social not forgiven – Secolo d’Italia

Valeria Parrella, scrittrice, holds in a velenoso twitter che si rivelerà a rovinoso boomerang per lei, che of the new government “Il peggio è quella parola: merit, messa affianco ai nostri ragazzi”. Il cinguettio sgrammaticato has a effetto deflagrante sui social. Quella parola pericolosa e sovversiva – meritoche da sinistra guardano con errore y suspetto sarebbe utile in più di un caso, e not only a scuola… The social figure of Parrella is bloody, referring to a criticism “of merit” as voleva essere la your observation. Pray if you capisce perché il merit and keep it with scetticism…. La Parrella, responding to the valanga di critiche che la ridicolizzano, non può che ammettere lo sfondone di quell’“affianco”. And he writes: “Eh, o saccio, ma nun se pò correggere…”, she writes in risposta, with a ‘smozzicata expression.

Valeria Parrella, figuraccia. Other than merit…

Che devastazione. Pure scrivere ‘affianco’ non è un bel modo d’esprimersi– write a twitter user-. Affianco voce of the verb affiancare, present indicative, prima persona singolare…”. Lei non potendo nascondersi, fa buon viso a cattivo italiano. E non sembra percepire il grottesco to which she has given the via with un’osservazione molto peregrina. Ancora un’utente la mette in riga: “Non sono d’accordo con te, Valeria. I believe in merit and I believe that it has enabled him and I have not sold it to him. The award of merit is redistribution”. Valeria Parrella is a writer and sceneggiatrice, after the finalist allo Strega in the 2005. She is the author of the book “Lo spazio bianco” which is the status of the homonymous film directed by Cristina Comencini and interpreted by Margherita Buy. In 2014 she was a candidate for all European elections with the L’Altra Europa list with Tsipras. Prima di questo twitter sulla sua bacheca de la campeggiano commenti che dire negativi contra la destra è dire little. That is its merit, but it is a disaster in the form and in the content.

Parrella perseveres with gli sfondoni his twitter

Nella risposta the Parrella perseveres negli errori, writing più volte la parola “Istruzione” single apostrophe Capiamo il linguaggio smart sui social, ma in un botta e risposta sul “merito” at least a bit of attention and care for the Parrella avrebbe potuto mettercele. Invece continue with such a noncure, that one use the inchioda: “Chissà chi era quello che nella costituzione ha parlato di ‘capaci e meritevoli’. Surely an infiltrate“, scrive igniting per i fondelli la scrittrice che finge di non capire di avere ‘toppato’.

Il web: “Più scrivi, più scrivi cose orrende”

A maggior ragione, l’accusano: “Più scrivi, più aggiungi cose orrende. I hope you renda conto ad uyn certo point della gravità delle tue affermazioni. Il merit è la traccia findamentale per il miglioramento della società”. Ancora: “Guarda, più scrivi, più peggiori la cosa”. C’è chi preferisce l’ironia: “C’è ancora la versione in italiano?”. Ad a certain point, the Parrella if defila e lascia agli utenti I will continue the discussion. Meglio, meglio non rischiare altri sfondoni.

We wish to give thanks to the writer of this article for this awesome web content

Valeria Parrella boccia il “merito” with a sgrammatical tweet. Grotesque effect. I social not forgiven – Secolo d’Italia


Check out our social media profiles and other pages related to themhttps://star1015fm.com/related-pages/