Future Film Festival 2022: tutti gli anime presenti alla manifestazione

Il Future Film Festival è un celebre festival cinematografico italiano dedicato all’animazione sia tradizionale che digitale e agli effetti speciali. L’evento è nato nel 1999 e si tiene a Bologna tutti gli anni.

Anche quest’anno, verranno proiettati alcuni anime durante la manifestazione. Qui di seguito trovate tutte le informazioni e le rispettive date in cui potrete visionare i film in questione.

 

  

di Katsuhiro Ōtomo (Giappone, 1988) 124’ In italiano sezione RETROFUTURO Pietra miliare del genere fantascientifico distopico giapponese, il film è tratto dal manga omonimo. Figlio dell’atomica, il Giappone ha cominciato ben presto a rielaborare l’atroce lutto che ha dovuto subire, e anche in questo film emergono tutte le inquietudini relative a quel periodo. La storia è ambientata nel mondo distopico del 2019, dopo la Terza Guerra Mondiale, un conflitto scoppiato in seguito a una violenta esplosione che ha raso al suolo la città di Tokyo. Trent’anni dopo, sulle ceneri della vecchia capitale giapponese, sorge la cosiddetta Neo Tokyo, una città piena di conflitti e ribellioni dove viene invocato a gran voce il ritorno di Akira, il salvatore. Akira è un essere misterioso che, se da un lato potrebbe essere la causa dello scoppio della guerra mondiale, dall’altro viene anche ritenuto colui che dovrebbe eliminare dalla faccia della Terra gli individui non degni di abitarla, motivo per cui viene chiamato “il salvatore” appunto. La storia del film si concentra sul personaggio di Shōtarō Kaneda, leader di una banda di motociclisti, che ha un amico con capacità telecinetiche a seguito di un incidente. Inoltre, a seguito di questa occasione, il ragazzo scopre di essere un esper capace di uccidere grazie al solo potere dello sguardo. Nel frattempo, il governo deve anche far fronte alla gravissima crisi in cui è caduto il Paese e il Colonnello Shikishima, a capo dell’esercito, teme ci sia il rischio imminente di una rivolta violenta. Il film è un’opera fiume che si appoggia su una sceneggiatura densa di sottotrame e capace di seguire molteplici linee narrative che si incrociano senza sfuggire mai di mano all’autore fino alla conclusione. Un capolavoro da vedere al cinema per gli infiniti dettagli di ogni scena, i colori, l’animazione fluida e le immagini evocative.

21 Settembre 2022 – ore 23.00 – Cinema Arlecchino
  

Inu-Oh

 

di Masaaki Yuasa (Giappone, Cina, 2021) 98’ V.O. con sottotitoli in italiano In concorso Il film, adattamento cinematografico di un saggio di Hideo Furukawa, prende spunto da una figura realmente esistita nel Trecento. La storia racconta di un ragazzino, Inu-Oh appunto, nato con caratteristiche fisiche molto strane e degli adulti che, sconvolti, ne hanno coperto il corpo con indumenti e il viso con una maschera. Un giorno Inu-Oh incontra Tomona, un suonatore di biwa cieco. Mentre questi suona una canzone , Inu-Oh scopre di essere molto bravo a danzare. I due diventano amici e inseparabili soci. Usano il loro talento per sopravvivere ai margini della società, ma canzone dopo canzone diventano sempre più famosi. Grazie alle esibizioni in pubblico, Inu-Oh lentamente si trasforma in un essere di una bellezza incredibile. Il film di Masaaki Yuasa (Mindgame, Devilman Crybaby) trascina gli spettatori facendoli sentire al cinema ed allo stesso tempo ad un concerto rock. “Anche quando l’approccio di Yuasa cambia da capitolo a capitolo – giocando con le texture, il volume e i colori – e passa dolcemente da uno stile figurativo ad uno astratto – il suo tocco straordinario rimane riconoscibile nel suo vortice strabiliante.” (The New York Times)

22 settembre 2022 – Ore 19.00 – Cinema Arlecchino
25 settembre 2022 – Ore 20.00 – Cineteca – Sala Mastroianni

   

di Sachiko Kashiwaba (Giappone, 2021) 100’ V.O. con sottotitoli in italiano La storia ruota attorno ad una casa tradizionale giapponese chiamata “Mayoiga” (dal nome antico di una casa abbandonata ma ben tenuta) da dove si può vedere il mare e sentire il tepore della primavera. Qui, una ragazza di 17 anni di nome Yui inizia una nuova vita. Il film, tratto dal racconto di Sachiko Kashiwaba, è ambientato nella prefettura di Iwate e viene portato nelle sale come parte di un’iniziativa per commemorare i 10 anni passati dal devastante terremoto e conseguente tsunami, che colpirono la regione di Tōhoku.

23 settembre – Ore 16:00 – Cinema Lumière – Sala Mastroianni
24 settembre – Ore 22.00 – Cinema Arlecchino

   

di Loundraw (Giappone, 2021) 40’ – V.O. con sottotitoli in italiano Fuori concorso Tomoya, Aoi e Ryo sono studenti delle scuole superiori che si sono incontrati tramite Internet, parlando della leggenda metropolitana dei “Summer Ghosts”. La leggenda narra che il fantasma di una giovane donna appare quando vengono accesi i fuochi d’artificio. L’animatore e illustratore loundraw inizò a lavorare al film nel giugno 2020, e Summer Ghost era parte del Common multimedia Project, un sito che ha l’obiettivo di proporre una linea stilistica comune a tutti i lavori di Ioundraw e un flusso narrativo costante tra l’artista e il suo pubblico. Il motto del progetto è “real or fake?” ovvero cercare una unione tra il pensiero e l’arte di Ioundraw. Il Common Multimedia Project nasce all’interno del Flat Studio, e coinvolge anche lo scrittore Tetsuya Sano. Lo script del film ha la firma di Hirotaka Adachi, e le musiche di Akira Kosemura, Itoko Toma, Guiano, e Hideya Kojima.

24 settembre – Ore 14.30 Cineteca – Sala Mastroianni

Fonte Consultata:
Future Film Festival (Sito ufficiale)

We would love to give thanks to the author of this article for this remarkable content

Future Film Festival 2022: tutti gli anime presenti alla manifestazione

You can find our social media pages here and other pages related to them here.https://star1015fm.com/related-pages/