Dampyr Review: l’Iron Man from the Bonelli Cinematic Universe

The intro di Bonelli Entertainmentoltre ad essere splendida, sembra mettere in chiaro le ambizioni di un progetto come Dampy. Tex a horse that gallops through the ages and the world, from the Middle Ages of Dragonero to the demonic modernity of Dylan Dog. He ci fa capire che The Bonelli Cinematic Universe is realche siamo di fronte all’inzio di qualcosa de important, e che a thing of the genere poteva nascere only qui, in Italia, thanks to all’eredità fumettistica by Sergio Bonelli Editore and to the productive support of Eagle Pictures.

Dampyat the cinema on October 28 (after the last film in theater ad ottobre 2022), è il primo passo verso a cinematographic continuity that hopefully con tutto il cuore possa realizzarsi. Not only perché il “BCU” rappresenterebbe an italian tutta risposta allo strapotere supereroistico d’oltreoceano, ma soprattutto perché il catalogo proprietà targate Bonelli è disseminato di opere indimenticabili e dal valore indiscusso. E allora, eccoci qui, nella nostra recensione del film diretto da Riccardo Chemello and inspired by the name Bonelli founded in 2000 by Mauro Boselli and Maurizio Colombo.

Dampyr, an eroe suo malgrado

Dampyr tells the story of Harlan Draka (Wade Briggs), Figlio di un’umana e de un vampire, rimasto orfano sin dalla nascita: his mother died giving him alla luce, while his father did not have more news. In the prologue of the film we saw infatti che il genitore, la notte in cui Harlan nacque, fu allontanato da tre streghe che gli imposero di non avvicinarsi mai al piccolo, e fu così che il piccolo crebbe ignoring his own origin and his own true nature.

Harlan ignores perché, nonostante siano passati svariati decenni, il suo corpo non invecchia e maintains l’aspetto di un giovane uomo, e al’inizio della storia lo troviamo nelle vesti de un truffatore errante. Insieme ad a compagno, il giovane Yuri, he if sposta di villaggio in villaggio doing l’imbonitore, and lasciando credere alle persone tormented by the maledizioni di possedere un potere ingrado di scacciare demon e mostri. Ma il ragazzo, per l’appunto, I am unaware of the fatto that egli is truly a Dampyr, a creature that metatrails the human world and that esoteric, and that his blood is veilous and micidiale per i vampiri. Siamo negli anni Novanta, during the Balkan War, and il male più profundo e infernale sta per risvegliarsi dalle viscere della terra. Kurjak, captain of a militia intends to protect Yorvolak’s strategic postazione, if he were to investigate his series of efferati omicidi perpetrati da creature non umane. He will scoprirà che i vampire sono realtà, guidati dal malvagio Gorka, che ha sguinzagliato i potenti Maestri della Notte (ovvero mostri dalla potenza smisurata) per avviare il suo piano di annientamento del genere umano.

Kurjak (Stuart Martin) capisce dunque che per combattere questi nemici sovrumani He is a bison of the legendary Dampyr, ed è qui che Harlan finally scoprirà le sue origini e imparerà a padroneggiare i suoi poteri. He will do it not only thanks to the human military, but also to meet Tesla (Frida Gustavsson), a vampire initially under Gorka’s command.

A film of origin

capirete insomma che Dampy It is a film of origin, that around the arch due ore carries on stage a classic parable of the antieroe that sells his ill-fated paladino consapevole della propria natura e delle responsabilità. In this case, forse, the pellicola diretta da Riccardo Chemello potrebbe apparire un po’ stucchevole, by embodying a concept of cinecomic and rising supereroistica in a very romantic and rispettosi dei crismi più classici del genere. I believe that forse the critical aspect of the film itself in the writing, that evidences the passing of the plot and the character in stereotyping: the malvagio and crude antagonist, a manual monologue during the finale, nemici che diventano alleati, il power-up finale that elevates the protagonist to a higher life than his avversary.

sound Concetti che la letteratura e il cinema supereroistico affrontano e rielaborano da anni, ormai – in the vast panorama dell’entertainmente – also in part sdoganati dall’evoluzione più recente del genere. Eppure Dampyr rhymes – proudly, my life comes from the dire – anchored in a story and in a classic, vintage and citation cinema with intent, my pure philology and the confrontation of the original letter material, from the quale riadatta with great fedeltà le vicende raccontate nei primi albi. It is first told the story and the character of Dampyr possono sembrare banali o già visti, insomma, l’operazione va rivista under a different light: an atto d’amore nei confronti del fumetto Bonellibut also an omaggio ai cinecomic action degli anni Novanta, senza che quest’ultimo concetto intacchi la qualità complessiva del lungometraggio in senso del tutto negative.

La regia di Chemello, peraltro, supports and esposa piemente i temi and the narrative philosophy of this product. Nel portare en scena a racconto che mix horror, fantasy and supereroistic apology, Dampyr si composes di sequenze ben distribuite tra horror, violence, humor and combat. The last point itself rappresents forse the più romantic aspect of the production.

1666997091 948 Dampyr Review lIron Man from the Bonelli Cinematic Universe.webp

La macchina da presa non invent nulla, piuttosto le sequenze di scontro e di confrontación tra Harlan e il villain finale intavolano a series of citations and references to Battle Shonen più pure: the protagonist on the ground, apparently sconfitto, the flusso di coscienza interiore that innesca a change, the risveglio, the potenziamento and the decisive colpo. I am convinced that all this is important, citing luoghi comuni del cinema e del fumetto di genere, rappresentino per Dampy an exquisitely vintage value that does not potrà non piacere agli appassionati del fumetto e agli estimatori del classico.

A more concrete romantic project

A little ‘come il protagonist, insomma, Dampyr vive di luci ed ombre gives a narrative and conceptual point of view, ma fronte di so much cuore è giusto I will think that a volte i difetti facciano il twist e diventino quasi an element of stylistic identity. Soprattutto perché, from a productive point of view, the film by Bonelli and Eagle Pictures shows without dall’inizio tutti i muscoli di un quanto mai ambitiouso progetto.

1666997091 552 Dampyr Review lIron Man from the Bonelli Cinematic Universe.webp

Gli effetti speciali sono a di little ottimi, soprattutto considerato that the production is entirely Italian ad eccezione di un cast piacevolmente internazionale. Eccezion fatta per la sequenza iniziale, visibly ma necesariamente riprodotta in studio, la pellicola è rotata intermente in location reali, e sono proprio gli scenari a rappresentar un altro value aggiunto. It gives aggiungere, poi, persino a perfetta pressed management of the prosthetic trick, a fundamental element when if portano in scene and vampiri.

I don’t know Dampy rappresenterà davvero l’inizio di qualcosa di più grande. It is the Bonelli Cinematic Universe, in fine, if it concretizzerà in any important thing. Quello, in bottom, will depend on the support of the public. meanwhile, in the film inspired by the fumetto Bonelli beats a pure and genuine heart, and I say that forse siamo di fronte all’Iron Man of the Italian cinecomic. With i suoi pro and i suoi control of him, certo. Ma la visione d’insieme, and also i so many easter egg sugli universi Bonelli disseminati nel film – ci fanno intuire qualcosa a vidallo di timeline future – che di romantico e ambiziozo.

We would love to say thanks to the author of this write-up for this remarkable content

Dampyr Review: l’Iron Man from the Bonelli Cinematic Universe


You can find our social media profiles , as well as other related pageshttps://star1015fm.com/related-pages/