Cosa ci ricorda Lo Hobbit a 10 anni dalla sua uscita

vidi The Hobbit: an unexpected journey when still not scrivevo di cinema. Ten years old I was allowed to enter the room again and I decided that I would love the film as much as I have seen it. Il libro, obviously, was già stato riletto. Much of the news assimilates the trailer studied by memory. I know something aspettarmi, ma cuando si ria accessero le luci capii che, in realtà, non sapevo nulla.

I wish the emotive crescendo of the Signore degli Anelli, e non l’ho trovato. Expected in a technological revolution of this type, a similar sense of necessity of the trilogy, but it was not nulla di tutto questo. Una cocente delusione, assurda, radicale che mi turbò. così The Hobbit quel giorno mi insignò con uno schiaffo un cosa che ancora porto con me: come essere uno spettatore.

The Hobbit: an unexpected disaster?

No. The Hobbit is not a disaster but the final result is not nemmeno inaspettato. It’s just a transparent film (and a saga). Fa vedere ciò che ha sotto, i suoi ingranaggi de él. Cioè che dietro una saga campione di incassi c’è semper uno studio, con delle persone, con degli avvocati, con dei diritti di sfruttamento, che devono ottimizzare gli investimenti. A volte il gioco riesce bene, a volte no.

With a production così travagliata è quasi un miracolo che il primo film sia uscito così. Prima di tutto perché Peter Jackson, schiacciato da un incarico pesantissimo che he has encircled a lungo di evitare, ha fatto un scelta coraggiosissima in sede di regia. He has subverted the Hollywoodian rule of progressive darkness. He è rimasto fedele all’atmosfera del libro, a leggera fiaba per bambini, encircling di collegarlo gradually alla vecchia trilogia.

Fu più semplice capirlo che accept it per molti. He ci si rifugiò dietro ai numerosi tradimenti, alle assurdità di plot of the following film, for massacre an’operationa che non poteva essere in alcun modo diversa. I did not study it second.

A change of rule and the PIL of New Zealand

When the project is announced in hand to the registrar of the Signore degli Anelli i pianetti sowed not alignarsi alla perfezione. Oggi, selling the continuation with which Guillermo Del Toro has not made a film, if he expects that he gives any part of the multiverse which could potentially see his own adaptation. I will change tone, regia, campionato rispetto al Signore degli Anelli it was la mossa giusta.

Like the story of the frog and the scorpion, Hollywood, which crosses the fiume on the back of its intellectual property, is ready to dilaniarle in the mezzo del guado to multiply it. Gives one twenty three. Also at cost of funds. Perché quella, in fundo, è sua natura de ella (di impresa che deve deve sustainsi). Così è stata created a non necessary symmetry. Tre film su tre libri prima. Tre film da un esile libro dopo. Ci sono storie con cui si può fare. Non con l’opera di Tolkien, venerated in ogni sua articulazione e già di suo impossibile da trasporre con totale aderenza.

Di fronte agli occhi di noi spettatori stava avvenendo un’operazione vampiresca. C’era una storia molto amata che veniva dissanguata in tre inesorabili e sofferenti tappe. A noi restava la nostalgia e l’emozione autoindotta. Perché ne The hobbyt c’era un apparato spettacolare incredibile, ma meno riuscito del Signore degli Anelli. C’era un viaggio captivating, con minore tensione rispectto a quello di Frodo. C’erano attori eccellenti, ma nessuna surprise capace di ventare un’immaginetta spiegazzata nei diari di scuola. Non c’era nemmeno più quella sensazione di essere una piccola comunità che stava regalando al mundo un fantasía prima d’ora merely literary.

Nel frattempo invece nelle sedi politiche della Nuova Zelanda si dibatteva per mantenere la produzione in loco. The Warner Bros. scucì an agreement of 25 million dollars to the government to avoid the delocalization of the set. I will lose the sarebbe saga cost the country 1.5 billion dollars. At that moment, one observer failed to see that the good fortune of an artistic opera does not depend only on the synergy and inspiration of internal factors. Deve esserci harmony and an answer also favors all’external.

Gli effetti speciali are not a linear progress

Più the technology progresses, migliori saranno gli effetti speciali. This subject is false. Ed is state The Hobbit to show it to you Può essere che il realismo Signore degli Anelli sia stato voluntamente accantonato per lasciare spazio a ancora più spiccatamente fantasy tone. But it is also impossible not to see in the imagining of this saga much less fatica, less creativity (che spesso nasce dai limiti tecnici) and more graphic computer. A less inspired use of the possibility of the magic of cinema.

Fortunately, it was not the new applications alla proiezione, like il 3D and l’HFR che – come si evince dai molti dietro le quinte – stimolavano Peter Jackson più di tutto il resto. Molto menos gli spettatori. Non tutto della trilogia è da buttare, sia chiaro. Il più delle volte le scene che restano impresse came from the penna di Tolkien that runs in aiuto. Gli indovinelli nell’oscurità, Smaug, a nice and impertinent Bilbo Baggins. When but the film gives the parola to the VFX cast, all sense loses. As the showreel works, as the device to release emotions does not.

Così, with a hard colpo other, the naive spettatore (always io) has capito che the spettacolarità of Signore degli Anelli It was the ragione per cui that paid the biglietto, and its personaggi the catena che lo tenevano attaccato alla sedia per tres ore.

The Hobbit has tutto il diritto di essere less bello delle aspettative

Oggi a questa trilogia si può volere molto bene. A little perché if è capito, selling the concurrence through even vari generi, che non è mai simple raggiungere a risultato even little più che mediocre with delle macchine così imposingi. E poi perché los spectatore del uso ha capito che il problema non è stato il risultato (che che hardly sarebbe stato diverso) bensì il progetto. E lui in primis was colpevole (ma non condannabile). Avevo applaudito al raddoppio dei film. My ero jumps when I see it in between. Hope in the game with the next trilogy. My sound lasciato will catch the tone of the trailer. Ho pensato che quel film fose per me, ormai adulto. Peter Jackson has thought, like Tolkien, for another generation. He has scontato but the fatto di averlo turned late, when his capolavoro già maturo.

I film possono deludere, e avere lo stesso qualcosa da insegnarci. It is in any way a true parrot. It’s part of the game.

In my case, ten years away, The Hobbit Continue to tell me I will not dare to discount the beauty and artistic power. Di smettere di cercare ciò che voglio e di essere il più possibile un foglio bianco come cuando arrivò por la prima volta sullo schermo il logo della New Line con le note di Howard Shore. Ten years from the beginning of The Hobbit continue ad increase the stima and the total stupor per Il Signore degli Anelli. She did not rovinate him. She has messed with the un piedistallo like an absolute triumph, she has shown him to her in spite of her, it is not possible to imitate.

We want to thank the author of this article for this awesome content

Cosa ci ricorda Lo Hobbit a 10 anni dalla sua uscita


You can view our social media profiles here and other pages related to them here.https://star1015fm.com/related-pages/