“Vocedavecchia”: tra innocenza e perversione, il racconto dell’infanzia dell’autrice spain Elisa Victoria

hey 1992. A Siviglia l’Esposizione Universale is inaugurated, with the theme L’era delle scoperte. Always to Siviglia, and always in theme scoperte, Marina is living her infanzia nei quartieri popolari della città. She is nine years old, at school, she comes from Chiamata Vocedavecchia.

Marina grows in mezzo alle donneenter one nonna coloratissima and a mother spesso assente perché impegnata to overcome a serious malattia. Marina and the talkative nonna Say love, say mariti and love, say desire and vogliesenza i mezzi finish che spesso filtrano la comunicazione con i bambini.

Per riempire il vuoto lasciato dalla mamma e dalle misunderstanding con gli altri bambini, Marina si rifugia nei fumetti per adultinelle bambole Chabel and in desideri sessuali Say cui, anchor, we don’t know neither form nor define.

Elisa Victoria – also lei, as the protagonist, born in Siviglia (1985) – racconta di un’infanzia fatta, insieme, di innocenza e perversionedi scoperte e di assenze, di desideri e di paure. Vocedavecchia (Blackie Edizioni, translation by Elisa Tramontin) is his romanzo cousinI follow The gospel e dalla graphic novel The quice.

A noi ha ricordato il recent esordio di Andrea Abreu, Pancia d’asinoset in Tenerife, and has carried a lot of curiosity and domande, that abbiamo rivolto direttamente all’autrice.

Thing dobbiamo sapere di lei?
“Non lo so… I live in the mountains of Sud della Spagna with a sacco di gatti. I believe that the only relevant thing in my life is that I have written this book, that I hope it will be fun”.

Dovesse dovesse synthesize it in a sentence, say what thing parla il romanzo? E cosa ha voluto raccontarci con questa storia?
“My romance for the strati that if I nascondono under the apparent semplicità dell’infanzia e di come questi possano essere apprezzati, in particular mode, nella densità dell’estate. Ho voluto will build a story in cui fossero mostrati tutti i contrasti dell’infanzia, divertenti e obscuri, dolci e cattivi, piacevoli e disturbing. I am about to write a book that was entertaining and philosophical, it gives a very accessible point of view. Nel migliore dei casi, il mio son was quelo di far ricordare alle persone i sentimenti perduti del pastato, helping him to understand meglio quanto i bambini siano sensibili e ricettivi e come debbano essere treatment e rispettati”.

Vocedavecchia è un romanzo intense, sincere and also hard, to treat. Cosa l’has spinta a scriverlo, what is the urgency?
“I am always fascinated by the voice of the baby in the narrative and I have written all the reasons for that prospect, I am more sensitive that it was anything I could do to explore, and I have prayed to diment the feelings of childhood. Così, I will read this book, I am now writing a kind of saggio using my own ricordi and tutte le mie ricerche sull’essere bambini. Pray tutti quegli appunti sono salvi”.

Può interessarti also

Ogni autore faces the gesture of the scripture in a personal way. Chi scrive per anni a tempo perso, chi si chiude in casa per settimane, chi pensa prima ai personaggi e chi alla storia. What is your “method of writing”, do you have one?
“Ho semper fatto tutto assecondando il momento. In this case, I have been writing il romanzo for four years, while I am a journalist. First of all, I thought of the character of a girl and her relationship with the nonna, the mother and the estate. The state, in general, is diverse over the years and that year, in 1993, it was particularly extreme in the time when it was growing, and this was a different fundamental aspect for me. I worked alone starting from the impulse to explore the way in which I personified a specific environment and began to learn about it as it could be and its possible time line, enclosing the different voices in the answer and doing a great job per capire when he sews him dovrebbero accadere. At that point, I turn on all the information and capisco as I put it insieme to build an entire narration”.

“Ancora non capisco del tutto che non rimarrò per semper intrapolata in this carcere chiamato infanzia, che a certain point crescerò e dovrò affrontare problemi peggiori”. L’infanzia di Marina è un’infanzia che, in the racconto, if perceived as a concrete presence, as a character I know, with characteristics and treatment that are precise. Che sapori, che smell e che colori ha, l’infanzia? If she found her davvero un personaggio, how does she describe it?
“L’infanzia has a smell, a taste and a different aspect per ognuno, ma è always very intense. Sow lunga, eat compost da anni e anni in slow motion. Per me ha la luce gialla del Sud della Spagna, l’odore delle vecchie riviste e delle bambole nuove mescolati con quello della cucina disordinata di mia nonna. It has the flavor of the fried potato, of the fragole zuccherate, of the panini with chorizo, of the industrial pasticciaccio and of the powder. Tell me that childhood is windy and bright like a morning ghost”.

Può interessarti also

“Vocedavecchia.”
He is Juan Carlos. I hate my chiami così. She sows an insult, but I won’t say something else that my voice rocks and I use typical expressions of an anziana, otherwise I appreciate her confidence. Che mi dia un sopranome means that she knows me.
È così che racconta il titolo del romanzo. Titolo che parla di una voz da vecchia nonostante tutta la storia sia narrata from the point of view of a child. In what thing are different from the “vocidavecchia” and quelle “dabambina”? Thing può permettersi dire l’una che l’altra non può dire?
“Le due voci sono mescolate in ogni pagina. I sentimenti profondi con quelli sconosciuti. I think che ogni bambino possa avere entrambe le voci nella sua testa de him e io mi sento solo una traduttrice di tutto questo”.

“My hereditary comes trasmessa soltanto da donne”. Cos’è un’eredità “al femminile”? Tramandan thing le donne alle altre donne?
“In this particular case, the uomini sono per lo più un’assenza e le donne trasmettono tutto ciò che hanno, dal nome e cognome, alle decisioni, ai beni, ai modi di parlare e di fare, ai ricordi. Credo che ciò che le donne trasmettono alle altre donne dipenda dal type di donna che sono. Well, it’s a name, an aesthetic, a way to understand if it cures the person and sews or manages the economy, a particular sense of humor. Può essere also rabbia, competitiveness, ignorance or conoscenza, canzoni, paura, forza, può essere qualsiasi cosa. Quando ero giovane ho letto molti libri scritti da uomini in cui i personaggi maschili erano sensibili e complessi e le donne erano rappresentate como qualcosa di lontano, mancante, desiderato ma difficile da trovare e comprehende. Questa stessa cosa può valere per entrambe parti”.

Consapevole che ogni romanzo sia, in fin dei conti, un’autobiografía, quanto della sua storia c’è in questa storia?
“Molto the way in which Marina thinks if she bases her thoughtful behavior on what she is and her life that she observed in what period around me. Ero cupa ma ache entertaining, sorry for pain and hope. Ho preso molti appunti mentali sulle dinamiche infantili che io e ei miei amici seguivamo e più tardi, nella mia vita, ho avuto molte conversazioni sull’essere bambini e letto molto sull’infanzia in generale. L’infanzia è semper estato an argument caldo per me, e tutto ciò è diventato extremely useful for this book. Ho close to concentrating and evoking the più possibile quegli appunti, quei ricordi, quelle sensazioni e quello stile di vita. Alla fine volevo dimostrare che i bambini sono esseri umani completi. Io, allora, I wasn’t in construction, I was a person in transit like all the others, right like I am now, with interest, concern and sewing the fare. In più, I must say that I have a very strong rapport with my nonna”.

Ci racconti.
“She was a very concrete donna, spiritosa, frizzante, sicura di sé. She will feel my face loves, protects and compresses even if we were very diverse. She was very entertaining and had an open mind and, therefore, it was very easy to talk to her. Non c’era mai imbarazzo. I was always ready to render my best light, singing my song from the heart to the morning, cooking my favorite pie, cooking my dress più amato, telling me that the story that I had written was fantastic, lasciandomi vedere un film dell’orrore e poi raccontandomi la mia favola preferred più e più volte finché non mi sentiva sleep. My childhood was a bit complicated, my lei was very generous and I gave up my life più sopportabile. My sono felta fortunata ad aver trascorso così so much time with lei. She has taught me very much her eat and baby amano essere trattati e, in corso degli anni, l’experienza della our intimità è stata molto stimolante per me e degna di essere ritratta”.

Scopri our Newsletter

We would love to say thanks to the writer of this write-up for this amazing content

“Vocedavecchia”: tra innocenza e perversione, il racconto dell’infanzia dell’autrice spain Elisa Victoria


We have our social media pages here and other pages related to them here.https://star1015fm.com/related-pages/