Serena Dandini, racconto le Paladine dell’arte e della cultura – Libri – Altre Proposte

“Che la storia dell’arte sia piena di figure femminili non è una novità. C’è però il vizio, pessimo, di tende to indicate as source dell’inspirazione artistica. La source di inspirazione per chi? Eh, già, noi le muse e ‘parrot’ i creatori”. E’ così che Serena Dandini started ogni puntata di “Paladine”. Dove, invece, she does tell a different story, fatta di “conquer professionali, coraggio, passione e tenacia”. “Dopo Il catalogo delle donne valorose (ed. Mondadori, ndr) ormai ho una sorta di imprimatur su certi temi – sorride – Il catalogo ho dovuto interrupt it or diventava a Bibbia, but if he accesses a light his tante donne che hanno fatto la Storia in campi diversi, rhyming invisibili. È bello che altre autrici proseguano il percorso”. Her new adventure is titled “Paladine” and is a series of another podcast-produced by Chora Media by the direction of the Musei of the Ministry of Culture-her altrettante donne che hanno vissuto, e lottato, per l’arte e la cultura . “Storie di donne che quasi nessuno conosce – continues la conduttrice – e che in a world segnato segnato da maschilismo e patriarcato, magari nell’ombra, con le unghie e con i denti, hanno difeso i beni culturali in Italia. Storie incredibili di quando Le donne non potevano studiare, figuriamoci ricoprire alcuni ruoli”.
Written by Michela Guberti and Francesca Borghetti and with the voice of Dandini, the gallery of ritratti if I learn with Noemi Gabrielli, storica dell’art, museologist and superintendent, who “invented” the new Galleria Sabauda, ​​and continues with Fernanda Wittgens, prima direttrice della Pinacoteca di Brera, senza la quale, probably, oggi non potremmo più ammirare il Cenacolo di Leonardo da Vinci. E poi Caterina Marcenaro, teaching cousin at the University of Genova who is responsible for the creation of the Musei civici system, oggi Unesco heritage; Palma Bucarelli, free and independent, prima donna alla head of a national museum in Italy; la schiva Sandra Pinto, storica direttrice di Palazzo Pitti, cui si deve la rivalutazione della pittura dell’800; Margherita Grassini Sarfatti, prima donna in Europe in charge of art criticism, former lover of Mussolini; Paola Della Pergola, allontanata dagli uffici pubblici perché ebrea e fondatrice della “didattica dei musei”; Paola Zancani Montuoro, prima donna ammessa all’Accademia Nazionale dei Lincei, who gave you the scope of the mythical Santuario di Hera alla foce del Sele e dell’antica Sibari (available for free on Spotify, Apple Podcasts, Spreaker, Google Podcasts and her choramedia. com, the series è also sui portali del Mic e sui siti dei musei e dei siti archeologici). “It’s not a late feminist question – continues Dandini -. When a scuola nei sussidiari i maschietti si possono riconoscere in Mazzini, Cavour or Ciro Menotti, le bambine chi hanno? Una strada possibile, alle ragazze come ai ragazzi. Dietro un grande uomo? Oggi la parità di genere si divide in ‘reale’ e percepita’, eat the temperature. Speriamo di aver superato certi stereotipi. Di certo, dietro una grande donna serve anche un’ottima collaboratrice domestica, ben pagota e in regola”, ride.
Lei, intanto, è già al lavoro sulla next edizione del Festival L’eredità delle donne (Firenze, 21-23 ottobre) and his new book in “uscita a fine ottobre per Einaudi. Si entitola Cronache dal paradiso – rivela -. E’ A little memoir a little racconto di storie. La tv no mi manca? Honestly, fortunately, no. Mi sotolta molte soddisfazioni e la faction only when yes, I create an interesting occasion, that pisses me off.
I am a curious, restless ragazza. Farla per farla non mi interessa”.

We wish to thank the writer of this short article for this amazing material

Serena Dandini, racconto le Paladine dell’arte e della cultura – Libri – Altre Proposte


You can find our social media profiles , as well as the other related pageshttps://star1015fm.com/related-pages/