Paestum: il 1° maggio presentation of the book “Di là dal fiume. Il mio Afghanistan” by Lorenzo Peluso

The scenario straordinario dei Temple of Paestum farà gives background to Maggio dei libri. Quindici appuntamenti, tra incontri con gli autori, percorsi di littura per bambini e salotti letterari, with the littura in the center and the dibattito around ai più svariati temi di volta in volta affrontati nei libri che verranno presentati. domani, 1st year ci sarà la presentation from the book “Say la dal fiume. Il mio Afghanistan” of the giornalista Lorenzo Peluso.

The event started there 18:00 to Largo Prearo, dinanzi al Tempio di Athena, with the presence of the professore Ferdinand Longobardiprofessor at the Universidad Orientale di Napoli, Peluso racconterà il “suo Afghanistan”.

I conflitti globali que innescano il fenomeno delle migrazioni verso l’Europa è the heart of the book il quale puts the interrogative of the thing with the last, point, “di là dal fiume” and thing is another that we see with my occhi . Il tutto tenuto in piedi dal filo duttore dell’inviato embedded, Lorenzo Peluso, da oltre dici anni impegnato come corresponding per diverse testate in Afghanistan.

“Say la dal fiume. Il Mio Afghanistan – continue – è a book per non dimenticare che l’Afghanistan è il primo narco-Paese al mondo. It is estimated that the total annual production of Afghan opium is just over 5,800 tons. A return to raffinate, the oppio dall’Afghanistan fornisce to the world of narcos oltre 600 tons of money all’anno. L’incremento degli affari legati al traffico di stupefacenti in Afghanistan is impressive. If it is around 10 milliards of euro or end of the year, when the productions are già eroina da commercializzare, then 16.34 milliards of dollar of the last period; practically 60% of the Afghan PIL. I talebani not only and barbuti violenti che immaginiamo, I am also able to imprenditori drug trafficking. Negli last 5 years have not increased the capacity to transform the industry of the oppio. The Greek export country has marked a radical change with an advanced system for the refinement of the oppio in the era of the quale poi curano with attention to the international trade across the world and the channels of the Afghanistan ben presidiati dai talbani a Nord, a Ovest e Sud of the Country”.

Peluso racconta the complessità della società afghana. Central element in the analysis of the investigation of errors in the understanding of things that did not work in the mission of the international coalition to American guidance in the last sale in the country.

“Il primo e palese elemental di riflessione – conclude Peluso – è che i talebani che abbiamo seen per le strade di Kabul nei giorni giorni di Agosto sono giovani poco più che ventenni. Insomma parliamo of a generation that was born when Afghanistan was già ‘occupato’ dalla forze straniere. Giovani was born on September 11, 2001. It is evident, quindi, that noi occidentali non siamo riusciti to speak to Giovani’s questi, to convince him of the existence of a diverse world regarding what is traditionally recognized as an ‘integralist Islamic world’. L’Afghanistan dei diritti negati alle donne ed ai bambini”.

We wish to thank the writer of this article for this outstanding web content

Paestum: il 1° maggio presentation of the book “Di là dal fiume. Il mio Afghanistan” by Lorenzo Peluso


Our social media pages here and other pages related to them here.https://star1015fm.com/related-pages/