Maria Grazia Calandrone, il racconto intimo di un’Italia fa

«I beg you, ah, I beg you: I will die non voler/ Sono qui, solo, con te, en un futuro aprile». Sono gli ultimi versi di Supplica a mi madre di Pasolini. The poet confessed his “immeasurable impegno” (proprio così, “impegno”!) I gave a vissuto love as high and irremediable schiavitú per poter sentire la vita fuori da ogni ragione. Ribalment: a 9-month-old baby, abandoned in 1965 in the park of Villa Borghese, because her cousin’s mother and biological father voluntarily wished to add her to the parrot life scissoring sereni in the lake tombali del Tevere lei, Lucia, Contadina, 29 years old ; Lui, Giuseppe, a mature and impervious murator for the death of an orphaned existence «dell’amore immortale dei mortali» investigates, once, from 57 years, within his story and recovers the dignity of the maternal gesture of the maternity of time Lasciare il suo corpo vivo inside il tempo ostile.

The bimba of allora is Maria Grazia Calandrone di oggi, voce tra le più autorevoli della poesia contemporanea, che nel suo libro Dove non mi hai portata – Mia madre, un caso di cronaca (Einaudi, page 247, 19.50 euro) recovers “il filo di incandescenza” that illuminates the life of the suicidal mother for love. Il gesture extremo della giovane Lucia, rischiarato del beacon del dantesco «intelletto d’amore», è un renounce profetica affinché la vita della bimba non diventasse destino, plumbea orphanezza anonymous allora diffusa.

The fame d’amore maternal che dannava Pasolini, as much as it gives birth to him in an unsustainable dependency, who finds and recovers from summer harmony through the ear of a fiume, through fragments of truth cut in the spiral of social violence of a private Italy ogni pieta. A country that, per gli ultimi come Lucia, somministrava afflizioni e dolori, volante le loro vite e transformando donne e uomini nei Vinti della contemporaneità.

Maria Grazia was born out of marriage, perché her mother aveva intravisto la luce oltre la cecità del tempo, «ingroviglio di vergogna, omertà e colpa» che, poi, l’aveva sepolta. Ella donna semplice e resoluta ella aveva, cioè, colto il lampo di un’esistenza possibile oltre la cortina della sua ella note de ella, soprattutto dopo il marriage impostole con Luigi. She was an impotent uomo-zolla, Luigi, and l’aveva portata ad abitare in the Molisan countryside, depositing her as a useless oggetto in a “mouth” without water and electric current. He did not love her, the picchiava a sangue, spingendola nei campi con il forcone impugnato per i maiali. Vigeva la civictà dei maschi caparbi e impetuosi, protetti da un’archaica cultura di genera, alla quale Lucia si ribella dopo anni di fame e maltrattamenti, tempting to build, with her compagno and her figlia, in the farthest Milano industriale, a world familiar Nuovo sul quale, però, la società calaba la mannaia della proibizione e del reato, denying parrot il sorriso, il pane e il respiro.

The letter, with which Lucia confesses that she had lost her bimba in the park of Villa Borghese, is not indicated by authority, but to the daily «l’Unità», in prima linea nelle battaglie per la difesa dei diritti.

Lucia and Giuseppe hung in that community coesa e combattiva dei lettori communisti an area of ​​risk and of a lotta control le ingiustizie and the normative degradation of time. Coltivano, così, i coniugi «maledetti», la offerta e terminale speranza che Maria Grazia possa essere adottata da a «famiglia sensibile e estudiata» che leggeva quel giornale, cosa che poi avviene. She, not only she, is not the bearer of death (the iconic title of the book), but the bimba is suspicious of the secular hope of faith in progress and of justice.

The retrospective search of the mother who did not have the cervel molle della preda il volto, le cose, l’agire, i luoghi, il planificato final gesture is condotta dall’autrice with the investigative sagacity of the best investigative dailyism: attimi, circostanze, testimonianze, Documents, photos are lined up in a plot that recovers a distant world and anchors brontolante on the piano basso delle coscienze.

Maria Grazia Caladrone, an anno fa, in Splendi come vita, esplorava il tormentato rapporto con la madre adoptiva; In this romance, she is the mother of hers, she indifesa e inflessibile mamma de ella (“Adesso I come to riprenderti e ti porto via. Lucia, dammi la mano”). Capovolgimento compiuto in the dense area of ​​poetry, which feeds prose and restores the timelessness of sentiments to the sense of a new story.

We want to thank the writer of this write-up for this incredible content

Maria Grazia Calandrone, il racconto intimo di un’Italia fa


Explore our social media profiles and also other related pageshttps://star1015fm.com/related-pages/