Il Terzo settore? Dovrebbero chiamarlo «Cousin». Presentation of the book by Claudia Fiaschi

gave Paola D’Amico

The presentation of the book “Terzo – Le energie delle rivoluzioni civili” with the author, the economist Stefano Zamagni, the Spokesperson of the Forum Vanessa Pallucchi and the president of Vidas, Ferruccio de Bortoli

Il third settore If it is based on reciprocity, it is an inalienable ingredient of democracy, an essential component for the good functioning of a tripartite social order in all the State and the market. Ma «invece di terzo dovrebbero chiamarlo Primo». the teacher Stefano Zamagnipresident of the Pontifical Accademia delle Scienze Sociali, intervenes in the presentation at the Sala Buzzati del Corriere della Sera gave Terzo – Le energie delle rivoluzioni civili, the book by Claudia Fiaschi in edicola free tuesday 13 september with il I will run and with Good News. And he does it underlining the intellectual provocation that is the fine tessitura of a “book that will be discussed.”

To begin with the bottom line that Fiaschi stessa comments: «Spesso le rivoluzioni sono cruente. Ma ce ne sono di silenziose, constant in the time, behave ahead of the person who tries to build change, it is difficult for me to last». Peccato, insists Zamagni, that forse proprio quell’aggettivo «terzo» condemns it to a residual rule as acccade, for example, in the Pnrr, la cui lacuna più grave «Not so much in the pochezza delle risorse locate ma in the fact that in the piano si legge che l’azione pubblica potrà avvalersi del contributo del Terzo settore e co-progettazione». Si scribe potrà non dovrà. And «if I talk about co-progettazione that serves a little, è the co-programming – aggiunge Zamagni – che definisce modalità e tempi degli interventi».

The book is born at the end of Fiaschi’s experience as Spokesperson of the Forum of the Terzo settore. A raccogliere il testimone è stata vanessa palucchi, anch’essa ospite alla presentation of the book that, he says, is a «useful instrument to propose a change, but not c’è posto per realtà che non si questiono. That labor puts più domande che risposte, in chiave maieutica, pedagogica». And she underground comes in a society where it is evident «l’indebolimento dei corpi intermedi, delle forze politiche, il Terzo settore è un point di riferimento più intense che nel passato». My data is fatto è che «comes consulted ma non ascoltato». And subtracting its theme from the Pnrr: «I bandi spesso sono ritagliati – Pallucchi continues – sulle esigenze del profit».

When you make the access to the pool, you must wear a dress suitable for the non-profit. Insomma, «if trascura quel seme, la capacity of a sweet revolution, è come se non si capisse che il Terzo settore può prendere in mano il cambiamento». Che il Terzo settore non possa essere marginale says it forcefully too Ferruccio de Bortoli, President Vidas. «Try for a series of good relationships that are the connective text of a company. It is a security valve. Grazie al Terzo settore abbiamo comunità coese, nelle quali il concetto di restitution è be present». Basti I will think there war in Ukraine: «In Italy we have a reaction to an organized response to other countries, the community is a state of social ammortizzatore più efficace di molti interventi, un stabilizzatore civico».

Il dibattito has also touched on the theme of the heat of the volunteers and of the difficoltà di «agganciare» le nuove generazioni. E di new l’economista Zamagni has messo il dito nella piaga: «Ai giovani non può enough the generic motivation dell’aiutare l’altro. I should enter the merit of the sfide and far vedere as part of this realtà is a chiave di risposta. An example is bisogno say congratulations, tutti ne hanno un bisogno disperato e non la trovi nei luoghi di vita. I giovani hanno bisogno di aprirsi. The information technology creates the effect of the omophilia, the person interacts with the similar person, but the omophilia is contrary to all happiness, I tend to stare alone with chi is similar to me and for my stufo». In conclusion, according to Fiaschi, there is no new name to give dignity to the Terzo settore. «Bisogna reemplo dei nostri contenuti. Not è a mondo a lato ma a mondo inside, if we don’t understand it, we will go through the fat that is a motor of the social pace. The public congratulations are born from this motor, we did not investiamo in this fuel also laughed avranno impact limited. Superiamo questa grande disattenzione».

September 12, 2022 (modified on September 17, 2022 | 23:48)

We would like to thank the writer of this short article for this outstanding web content

Il Terzo settore? Dovrebbero chiamarlo «Cousin». Presentation of the book by Claudia Fiaschi


Check out our social media profiles as well as other pages related to themhttps://star1015fm.com/related-pages/