C’è chimica in house. La scienza quotidiana que ti migliora la vita di Ruggero Rollini: the book review

Chissà is the success of the ammiccante canzone presented quest’anno a Sanremo da Ditonellapiaga e Rettore, with the tambureggiante ritornello “Chi-chi-chi-chi-chi-chi chimica chimica”, will finish for a while a little image of which chimica gode (or meglio, soffre) presso il pubblico. Second un’ampia indagine condotta su migliaia di cittadini europei (italiani compresi) published tre anni fa sulla rivista scientifica Nature Chemistry, addirittura due su cinque vorrebbero vivere “in un mondo senza chimica”: ammesso che un mondo siffatto sia possibile (spolier: non è possibile), è difficile credere che gli intervistati pensino alla stessa chimica che nella canzonetta sanremese è explicitly associated with the session. Or to that, più poetica, cantata da Fabrizio De Andre nell’adattamento dell’Spoon River Anthology gave Edgar Lee Masters: “Da chimico un giorno avevo il potere, di esposar gli elementi e farli reagire”.
Nell’immaginario collettivo, la chimica è spesso associateda a cose sporche, o pericolose, ma secondo gli autori di quella ricerca diffidenza e timori nascono soprattutto dalla scarsa conoscenza Say a world that is certainly fatto also di sustain inquinanti, tossiche e pericolose, ma è a point un mundo intero, and also includes the aria di alta montagna che respiamo, l’acqua di sorgente che beviamo, tutto ciò che vediamo, tocchiamo e odoriamo, in città come sul più sperduto atollo incontaminato. A world that gli esperti descrivono con nomi altisonanti e complicati, che often enough to give rise to concern, and incoraggiare contrapposizione tra “chimico” e “naturale”. An example?
The dihydrogen monossido is colorless, odorless and insapore, and it cides, often due to excessive environmental inalazione, svariate migliaia di persone ogni anno. Qualche ano fa a petition che chiedeva l’eliminazione di monosido diidrogeno aveva raccolto moltissime firma, prima que emergesse con chiarezza che si trattava di un scherzo, un pesce d’Aprile: obviously someone knows a bit about the chemical nomenclature aveva subito tradotto quel nome in “acqua”, but obviously moltissimi were not stati in degree of farlo, e avevano agito d’impulso per proteggersi da quello che veniva presenteto como un pericolo, vittime della cosiddetta chemophobia. Oggi sono in atto molte dynamiche of this type, partly sincere and spontaneous and partly incoraggiate dal marketing dei self-proclaimed “naturali” products, that their chemofobia prosperano.
Gli autori della ricerca sanno bene che chi pensa che per scardinare certi meccanismi e certe reactions in great part (ma non del tutto, e non semper) irrational basti “insegnare la chimica” si illude, e come loro lo sa il giovane divulgatore Ruggero Rolliniche in his book C’è chimica in house. The daily science that you migliora la vita (Mondadori 2022, 180 pages) uses that chiama “l’occhio da chimico” per raccontare como un chimico vede il mondo “adgiungendo un livello di poesia”.

We would like to give thanks to the author of this post for this amazing content

C’è chimica in house. La scienza quotidiana que ti migliora la vita di Ruggero Rollini: the book review


Our social media profiles here and other pages on related topics here.https://star1015fm.com/related-pages/