Angelo Guglielmi e il Gruppo ’63, a book sulla “piccola” rivoluzione

Alla Triennale di Milano is stata ricordata the figure of Angelo Guglielmi, writer, critic, recordist, director of Rai 3 e tra i fondatori del Gruppo ’63. His last interview, cousin of his scomparsa, avvenuta l’11 luglio dello scorso anno, è quella rilasciata al giornalista Carmelo Caruso da cui è scaturito il libro “The avant-garde in bermuda. The formidable adventure of Gruppo ’63”, Aragno Publisher.

In this book on an ottantine page, you can see in XXVIII capitoletti, if it speaks little of his television experience, while the attention is drawn to the literary phenomenon of the “neo-avanguardia”, which leads “Una piccola bargain di scrittori experimentali” – tra i Quali, oltre allo stesso GuglielmiUmberto Eco, Nanni Balestrini, Alberto Arbasino, Giorgio Manganelli, Edoardo Sanguineti, Renato Barilli – and the name of Gruppo ’63 will turn on.

Stanchi dei “vecchi tromboni” che scrivevano sulla terza pagina del Corriere della Sera, this pattuglia di contestatori si opponeva, in nome di Carlos Emilio Gaddaal romanzo neorealista, ancora di stampo octocentesco, which if reggeva sul racconto a plot, and if it proposes, on the contrary, with qualche velleità, say «Incendiare la letteratura italiana», deprezzando la lingua antica e experimentando nuove modalità espressive.

Ma, considering also the irony of the title of the book “L’avanguardia in bermuda” (i fondatori del gruppo if it were not ritrovati in estate cinque giorni nell’assolata Palermo), più che di rivoluzione literary if può parlare di un gioco intellettuale, che Partiva dall’esigenza authentica di interpretare la nuova realtà sociale, rifiutando gli stilemi e le forme tradizionali di una cultura borghese e fare qualche vittima illustre, con le loro stroncature, come Cassola, Tomasi di Lampedusa, Bassani, Buzzati, Montale and others

Quella specie di comune, in grado di unire scrittori, poeti, critici, architetti, artisti, musicianti, sows molto combativa e polemica, anche al suo interno. Deliziosa l’uscita di Guglielmi sul linguaggio di Arbasino: «Sa un po’ di merda, come capita alla più raffinata cucina francese». Ma i toni si temperano ben presto e le polemiche svaniscono di fronte alla necessità prevalente di tentare di sprovincializzare il Paese.

In the book, this literary movement is defined, as we have seen, «A fire that per a manciata di anni has seminato il panico nel mondo della letteratura». Lo stesso Guglielmi ammetteva però: «Eravamo degli sprovveduti? Per niente. Hail us reason? Absolutely yes. Abbiamo avuto fortuna? Mah. Il successo di publico non pensavamo di pretendirlo. Non si può insomma dire che la nostra piccola rivoluzione sia stata piccola».

Probably it was something but it was enough for the “tradimento” of Umberto Eco che, with his romance “Il nome della rosa”, rinnegava palesemente i principi che avevano animato all’origine il Gruppo ’63, a rimettere all in discussion. Even if this fatto non scalfì l’amicizia tra Eco e Guglielmi, seppure qualcuno del Gruppo, come Sanguineti, continúa a rifiutarsi di leggere il libro di Eco.

Guglielmi, on the other hand, was there close to authenticity and one of the mezzi to obtain it was improvvisazione. When the director of Rai3 became director, I passed the period of educational TV at the Bernabei, if I said that this mezzo of communication did not doveva essere “Il nastro transportatore di generi di other discipline”, but had its own language, più directto, autonomous, legato alla gente e nelle transmissioni che realizzò, fece ampio uso della directa.

E non si preoccupava degli eventuali insuccessi, anche se disastrosi, perché l’importante era experimentare, essere disposti a rischiare. In realtà, in lui convivevano the curiosity, the generosity of the young man, we know him of the great intellectual and the need for culture, intense non-come one static thing «Ma un modo di fare le sew».

We would love to give thanks to the author of this short article for this remarkable content

Angelo Guglielmi e il Gruppo ’63, a book sulla “piccola” rivoluzione


You can find our social media profiles as well as other pages that are related to them.https://star1015fm.com/related-pages/