Aldo Cazzullo, “abbiamo un’idea distorta del fascismo” – Libri

(by Mauretta Capuano) (ANSA) – PORDENONE, 18 SET – A 100 anni dalla Marcia su Roma, Aldo Cazzullo ci racconta perché dovremmo vergognarci del fascismo in ‘Mussolini Il Capobanda’ (Mondadori) that è venuto to present in advance to Pordenonelegge, in the day of the chiusura della Festa del Libro con gli Autori. To the centenary I have also dedicated the prima puntata of ‘Una giornata particolare’, his new programma his La7 that has imprisoned him again with “an unexpected result. Abbiamo fatto 723 mila spettatori di media con delle punta di un milione e il 4.4 % of the share in a very difficult time with his other Montalbano retirees in the Champions League. The next one will be dedicated to Giulio Cesare’s assassination,” says the vice director ad personam of Corriere della Sera.

“Abbiamo un’idea distorta, sbagliata, consolatoria, auto assolutoria de Mussolini e del fascismo. Esistono ancora in Italia i fascisti, pochi ma non pochissimi e tanti, ma non tantissimi, antifascisti. E poi c’è la maggioranza degli italiani che non there is a negative idea of ​​fascism and of the Duce” says Cazzullo that in questi giorni, dopo l’uscita di questo volume, sta ricevendo numerosi insulti.

Author of many books, Viva l’Italia! a La Guerra dei nostri nonni a I ragazzi che volevano fare la rivoluzione, he specifies di non essere “un divulgatore, ma uno che racconta delle storie”.

Quello che gli italiani che non hanno a negative idea of ​​fascism più o meno si raccontano è che “fino al 1938 Mussolini le aveva azzeccate quasi tutte. Poi, peccato, l’alleanza con Hitler, la war. Ma non è andata così. Mussolini turns on the potere with violence, facing centinaia di morti prima della Marcia su Roma.Nel ’38 Mussolini has già provoked the death of the main speakers of the opposition: Giacomo Matteotti, Giovanni Amendola, i fratelli Carlo e Nello Rosselli, Don Giovanni Minzoni , Piero Gobetti. Nessuno di loro was a communist” says Cazzullo and shows it in the other 300 pages of the book that will entertain one spettacolo theatrical. “The war is not an impasse of the Duce, it is the natural sbocco of fascism, the fact that the Duce did not talk for 20 years, but the bird is prepared. I will also send the alpini della Julia, della Tridentina, della Cuneense in Russia con le piccozze ei muli nelle pianure del Don, senza neanche le calzature adatte, 80 mila morti, migliaia di libertadi, fu un crimine contro il nostro stesso popolo”. E a chi says, ma allora Stalin? “Needs a problem to condemn it. Dovrebbero anti-fascism and anti-communism essere valori condivisi e non di parte” underlined Cazzullo.

“I know we see, povera Europa, ideas of extreme nationalism, xenophobia, razzismo, I will not say that it is turning into fascism. It sews non if we represent the main one in this way, but I will say that some ideas of fascism are not dead. And it touches a tutti combattere il ritorno di queste idee.

L’antifascismo is not a sinister value, it is not a red thing. Il nazifascismo fu sconfitto da uomini di destra como Churchill, De Gaulle” racconta il vicedirector del Corriere della Sera. The call for ‘Mussolini Il Capobanda’ also coincides with the moment of the electoral campaign and the political elections of April 25. Thing he thinks accadrà “In Italy I am not a fascist political leader, I am a fascist gruppuscoli.

I think that the Fiamma tricolore will catch the vote of that deacon and sondaggi, it is not an auspice, it is a forecast, I intuitively say something, but this is not going to say that it is turning fascism” says all’ANSA Cazzullo who writes tutti i suoi libri thinking ai miei figli, ai giovani, perché la storia parla di noi”.

From her interview to Totti sul Corriere della sera que ha fatto discusse spiega: “Totti aveva una storia da raccontare la ha raccontata. Il Corriere a minute dopo ha chiesto alche a Ilary voleva farlo, ma lei ha detto no. Secondo me parte Interesting dell’intervista is quella de quendo si chiude il sipario, que la sua vita meravigliosa diventa difficile” spiega Cazzullo che now pensa allo spettacolo theatrical da questo saggio con sul box lui, Moni Ovadia e le musiche di Giovanna Famulari. “Avrà il original title of the book: ‘Il duce delinquente’ che persone che si occupano di ordine pubblico in Italia mi hanno detto fosse meglio cambiare. Partiamo il 24 ottobre al Carcano di Milano” he says. (ANSA).

We would like to say thanks to the author of this short article for this outstanding material

Aldo Cazzullo, “abbiamo un’idea distorta del fascismo” – Libri


Check out our social media accounts as well as other pages related to themhttps://star1015fm.com/related-pages/