A prize ai migliori libri per bambini, per construire la nuova grammatica della fantasia (by A. Calabrò)

“Non ho mai smesso di leggere, leggere, leggere; ogni libro che leggevo era un forma dell’infinito, che inseguivo, e inseguivo, e fallivo continuamente nell’inseguire”. Sono parole di Pietro Citati, used to capture the extraordinary literary passion and the unusual acuteness of the critic, condensed on the page of The ragazza dagli occhi d’oro, Adelphi (omaggio, già nel titolo, to Honoré de Balzac): a book sui libri, a viaggio tra le righe ei ricordi, un percorso, condiviso con l’amico Italo Calvino, naturally incompiuto verso l’infinito. E sono parole quanto mai necessarie per riflettere sull’importanza di stimolare la passione per la lettura comminciando proper con le bambine ei bambini fin dai loro primi giorni di scuola.

Leggere per il piacere della scoperta e dell’avventura, per entrare in tante altre vite oltre la nostra, per immaginare mondi sconosciuti, per sapere, capire, creare. Creating a vera e propria “Grammatica della fantasia”, to say it with Gianni Rodari, maestro della letteratura per bambini. And dunque mixing “il piacere del testo” with the passion for knowledge. A form of the viaggio within and oltre la storia, appunto.

Sono tempi fertili, questi, per i buoni libri destinati all’infanzia e all’adolescenza. Solid prospective editoriali, with the scoperta and il lancio di nuovi autori, accanto ai grandi “classici”. Attenzione sui social media più frequentati dalle nuove generazioni, como documenta il seguito crescente dei giovani “booktoker” su TikTok. And impegno delle testate culturali più prestigious. The Letteringcultural suplemento domenicale del Corriere della Serahas given little launch an’edizione per le ragazze ei ragazzi subito ribattezzata the letturine and dedicated “ai piccoli e ai giovani, ma anche a genitori, insegnati, educatori, a chi conserva uno spirito bambino” and dunque ricca di storie vere e racconti di grandi autori, consigli di lettura e suggestimenti su film e giochi, semper partendo dai libri”. robinsoncultural supplement of Republic He has not been the occasion to follow the wave dedicating the inch of copper, “Auguri ragazzi”, to the racconti of the star of fantasy and of the young adult narrative. Tutto un mondo da decrittare, capire, stimolare.

A riposte of this increase in attention to the world of the giovani lettori this also grows, in quantity and quality, of the book candidates for the second edition of the Junior Campiello Awardwe promote the Fondazione Campiello e dalla Pirelli Foundation per le due sezioni dedicate the first one to the books for babies and children of the sette ai dieci anni and the seconda per ragazze e ragazzi dagli undici ai quattordici anni.

The technical guide, presided over by Roberto Piumini, one of the greatest writers of letters for minors and composed by Chiara Lagani, Martino Negri, Michela Possamai and David Tolin, has selected the seven-week competition and three finalist books for one of the two sections, affiliated thereafter Giuria popolare (240 giovani lettori) in view of the scelta finale del vincitore nel prossimo maggio. Difficult selection, support and technical giurati, dato appunto il buon livello degli autori. Segno promettente di un impegno semper maggiore degli authori per un publico che via via si mustrara più sigente, attentive, sofisticato. Leggere aiuta a crescere meglio.

Infatti Roberto Piumini maintains, a proposto delle scelte di dividere il Premio in due fasce d’età: “I bambini ei ragazzi sono lettori diversi, i primi più affettivi e giocosi, gli altri più complicati ea volte anche sofferenti”. Literature in tune with the personal and generational choices, insomma. An’altra novità di quest’anno guarda l’inserimento di un testo di poesia in ogni terna: “The intention is double: da parte rendere presente ai ragazzi in modo autorevole la proposta di poesia, che soprattutto nella primary school has attention e elaborazione, ma trova poco materiale e espazio en libreria. The Campiello Junior Award may “continue to expand its protection”, and will qualify as “Premio della Parola Espressiva, in the circuit or text of writing-pubblicazione-lettura-uso sociale che mature riflessioni indicano come cura per il nostro tempo di gran chiasso e poche parale”.

Ecco il punto: viviamo un tempo di gran chiasso e poche parole, di sovrabbondanza di demagogie e chiacchiere dense di incompetenza e colme di rancore (i social media ne sono inquietanti veicoli). And insist on its quality of parole writing and letters, it can be a good antidote to the corruption of the language, of discorsi e delle relazioni. Starting dai tempi della primary school.

The letter, infatti, è una leva straordinaria per construire una historia al futuro. E leggere means to stimulate an essential part of one’s own happiness. Living the frequentation of books does not come un dovere, ma soprattutto come an exercise of fantasy, a joyful search for a strong relationship with the world of ideas and sentiments, a continuous scoperta. Nella knows that the bambine and the bambini are involved in the world of the books, saranno non solo i lettori, ma i cittadini di domani.

“Culture is like bread”, was titled by the Pirelli Magazine in Gennaio 1951, its an article by Silvestro Severgnini, dedicated to discussing various cultural activities (conferences, concerts, finances for exhibitions and exhibitions of art, biblioteche aziendali) fossero It is an essential part of the process of economic, social and civil riposte and recovery in Italy which, archives and disasters of fascism, of the leggi razziali and of the war, began to live and prepare the conditions for the economic boom.

That idea of ​​the fund, which bequeathed print and culture, was from the house also all’Olivetti, all’Eni, alla Finmeccanica dell’Iri, publisher of an excellent magazine from the testata esemplare, Civilta delle macchine. An industrial and social civility in movement, in transformation. An example that still oggi has a forte sapore di attualità, speaking of “humanity industriale” that if declines in “humanity digitale” and that has bisogno of a diffuse and lively “polytechnical culture” as a synthesis of human knowledge and scientific knowledge.

Vivamo, infatti, nel tempo dell'”economia della conoscenza”, in cui si mettono in gioco non solo la competitività delle imprese e dunque il lavoro, il benessere, lo sviluppo sostenibile. Ma la stessa base della convivenza civile. Ed è duque necesario insistere proprio sulla crescita della cultura diffusa, como consapevolezza, capacità criticala, fantasía para imaginare e constructire un migliore futuro. I libri per le bambine ei bambini, in questa prospective, sono un pilastro fundamentale di civiltà.

We would like to say thanks to the author of this article for this remarkable web content

A prize ai migliori libri per bambini, per construire la nuova grammatica della fantasia (by A. Calabrò)


Our social media profiles here and additional related pages here.https://star1015fm.com/related-pages/