23 libri consigliati del 2022

La fine dell’anno si avvicina e, con essa, la voglia irrefrenabile di stilare le canoniche liste dei “libri migliori” da leggere e da regalare tra le molteplici pubblicazioni del 2022.

Ma ormai ci conosciamo: per noi de ilLibraio.it, procedere con una selezione del genere non sarebbe possibile. Recensiamo e consigliamo ogni giorno tantissimi titoli (novità, ma non solo), quindi la scelta, tra le diverse uscite, diventerebbe davvero ardua.

Mettiamo quindi subito le mani avanti: quella che state per leggere non è una lista di titoli “imperdibili”, si tratta piuttosto di un elenco sentimentale, una raccolta di libri che, nel corso dei mesi appena passati, ci sono rimasti nel cuore. Alcuni tra quelli che ci hanno colpito di più, che ci hanno emozionato o che, in un modo o nell’altro, ci hanno restituito un’immagine di noi stessi.

Ecco dunque la lista dei libri del 2022 consigliati dalla nostra redazione: anche quest’anno ciascuna collaboratrice e ciascun collaboratore del sito ha scelto uno dei titoli letti tra gennaio e dicembre, raccontando brevemente perché l’ha voluto selezionare tra i tanti che ha apprezzato. Ovviamente sarebbe stato più semplice dare la possibilità di individuarne più di uno ma, in fondo, è una sorta di gioco, un suggerimento del tutto personale, dettato dai propri gusti, dalle proprie inclinazioni ma anche dal proprio vissuto.

Fatta questa premessa, nella selezione di seguito troverete – non in ordine di importanza – romanzi, saggi, fumetti, nomi noti o meno conosciuti, titoli che hanno avuto grande rilievo sui media e sui social e altri che hanno avuto (per ora) meno visibilità. E se poi, scorrendo le nostre proposte, avrete voglia di farci sapere qual è il vostro libro consigliato del 2022, scriveteci usando l’hashtag #libriconsigliati2022 sui social de ilLibraio.it, oppure inviando una mail all’indirizzo digital@illibraio.it e indicando nell’oggetto #libriconsigliati2022. Siamo molto curiosi di leggere tutti i vostri suggerimenti.

Infine, ricordiamo che per chi è in cerca di altri consigli, è disponibile gratuitamente in pdf e epub l’ultimo numero dell’anno della nostra rivista, Il Libraio, con decine e decine di suggerimenti di lettura, e con all’interno anche un’utile guida per i vostri regali, che ripropone, per genere, i libri che quest’anno si sono rivelati i più amati in libreria.

E ora, ecco i consigli “sentimentali” a cui accennavamo:

Oh William! di Elizabeth Strout

Oh William! di Elizabeth Strout libri consigliati 2022

Lucy Barton, la protagonista di Oh William! di Elizabeth Strout (Einaudi, traduzione di Susanna Basso) è una donna realizzata, che ci racconta l’invisibilità e la difficile arte del farsi strada, dei rapporti coltivati che l’hanno resa la persona che è diventata e il mondo che si è costruita tutt’attorno. Lucy Barton, 63 anni, vive a New York e ha una bella vita, un marito morto da un anno, un primo marito, quello del titolo William, a cui si rivolge con accorata insoddisfazione, una famiglia, una carriera letteraria. Lucy Barton è contenta, ma forse bisognerebbe aggiungere un “tutto sommato” e una strizzata di spalle all’elenco di successi che è stata la sua vita fino a qui: il libro si concentra proprio sulla completezza della sua esistenza e la somma delle parti che l’hanno caratterizzata. Elizabeth Strout calibra e soppesa costantemente quel “tutto sommato”. L’arte dell’autrice sta nel dire cosa c’è nell’immediato contorno delle cose e delle persone, senza distanziarsi troppo da come appaiono e da quello che fanno, ma contando invece solo su quello che lasciano. (Elena Marinelli)

Génie la matta di Inès Cagnati

Copertina di Gènie la matta, uno tra i libri consigliati 2022

Tra le riscoperte letterarie di quest’anno c’è Inès Cagnati, scrittrice di origine italiana naturalizzata francese, di cui Adelphi ha pubblicato Gènie, la matta (traduzione di Ena Marchi – qui un approfondimento), prima inedito in Italia. Pubblicato in Francia nel 1976, dove fu anche vincitore del Prix de Deux Magots, il romanzo racconta la storia dell’amore di una figlia per una madre – la Génie del titolo – additata come matta dalla gente del piccolo paese di campagna in cui abitano, perché da anni si rifiuta di parlare. Un amore tanto sconfinato quanto complesso e segnato da silenzi e attese, le stesse che cadenzano il ritmo del romanzo. Attraverso la figura della piccola Marie, Cagnati esplora l’infanzia come mondo crudo, solitario, che raramente riesce a trovare sollievo nella natura e nelle piccole cose. E, attingendo anche in parte dalla sua personale esperienza – Cagnati fu sempre in bilico tra due mondi, quello italiano e quello francese, senza mai appartenere fino in fondo né a uno né all’altro – dipinge una società maschilista, inclemente con chi rifiuta di conformarsi alle sue regole. (Cristiana Chiumenti)

Può interessarti anche

Tra le nostre parole di Katie Kitamura

copertina del libro Tra le nostre parole di Katie Kitamura libri consigliati 2022

Tra le nostre parole (Bollati Boringhieri, traduzione di Costanza Prinetti) di Katie Kitamura (qui la nostra intervista all’autrice, ndr) è un romanzo molto sfaccettato, che lega in modo armonioso temi profondi e complessi. Come accenna il titolo, questa storia contiene riflessioni sui registri del linguaggio e sul divario tra le parole e il loro significato, ma non si tratta di un testo meditativo: i personaggi si muovono in un mondo caotico e in un clima di tensione crescente. In Tra le nostre parole si parla anche di responsabilità personali e collettive, della differenza tra ciò che è giusto e ciò che accettiamo che accada, e dell’alienazione che proviene dal nascere, crescere e trasferirsi in paesi diversi durante il corso della nostra vita. Quello di Kitamura, grazie anche alla sua scrittura limpida e immediata, risulta così un romanzo delicato ma anche pungente; non stupisce che sia stato inserito da The New York Times Book Review tra i dieci migliori libri del 2021, e che lo stesso anno sia entrato a far parte della celebre lista delle migliori letture dell’ex presidente USA Barack Obama. (Nadia Corvino)

Può interessarti anche

Tasmania di Paolo Giordano

tasmania paolo giordano

Crisi ambientali, guerre, attentati terroristici, tragedie che si susseguono una dopo l’altra e noi lì, a osservarle tiepidamente dietro lo schermo del nostro smartphone. L’apocalisse è già arrivata e, se non ce ne rendiamo conto, è solo perché ormai siamo troppo anestetizzati al dolore. C’è da avere un po’ di paura, a prendere in mano il nuovo libro di Paolo Giordano, Tasmania (Einaudi), anche se, come ci ha raccontato l’autore in questa intervista, non ci sono rivelazioni sconcertanti o resoconti inediti. Sappiamo tutti tutto eppure, forse, avevamo bisogno che qualcuno ce lo raccontasse di nuovo, in questo modo qui: attraverso una voce malinconica e umana, empatica e profondamente letteraria. Ci sono tanti passaggi che lasciano il segno; uno tra molti il dialogo tra il protagonista e la sua compagna, mentre sono in un lussuoso resort, nel pieno di una dolorosa crisi di coppia. “Tu sei contrario allo spreco, lo capisco e lo rispetto. Ma io sono contraria all’infelicità“, dice lei a lui, incapace di godersi la vacanza di fronte all’assurdità di un buffet “con tre menu diversi, compreso uno di carne giapponese”, nel bel mezzo dei Tropici. E allora anche noi impariamo: cerchiamo di essere contrari allo spreco. E anche all’infelicità. (Jolanda Di Virgilio)

Può interessarti anche

Un cuore nero inchiostro di Robert Galbraith

Tra i libri consigliati 2022 c'è Un cuore nero inchiostro di Robert Galbraith

Celata dietro allo pseudonimo Robert Galbraith, in Un cuore nero inchiostro (Salani, traduzione di Valentina Daniele e Barbara Ronca) J.K. Rowling crea un giallo mai scontato, un mistero che si costruisce davanti ai nostri occhi dettaglio dopo dettaglio. Al centro, un caso complesso e dalle molte sfaccettature, che passa attraverso il mondo di internet, delle serie tv e dei social, e lo fa in modo convincente e intrigante. Come molti sapranno Rowling non è nuova al genere investigativo: questo è il sesto romanzo con protagonista Cormoran Strike, il detective privato ed ex militare che ha fondato a Londra un’agenzia investigativa con la sua socia, Robin Ellacott. In poco tempo anche il lettore meno esperto della saga si lascerà avvolgere dalla personalità dei personaggi, dai loro pensieri e dai loro ragionamenti brillanti. Le piste sono molte, e la via che conduce alla verità è lunga e intricata. Come scoprire l’identità di una persona che sembra esistere sono online? (Martina Ostinelli)

Avere tutto di Marco Missiroli

avere tutto marco missiroli

In Avere tutto (Einaudi) di Marco Missiroli (qui la nostra intervista, ndr) c’è dentro un po’ di Proust e della sua madeleine, ci sono Gli anni di Annie Ernaux e pure qualcosa della nostalgia di Emmanuel Carrère. Ma c’è soprattutto Sandro, quarantenne stanco che torna nella sua Rimini dopo anni vissuti a Milano. “A giugno Rimini è ancora di Rimini: tutti conoscenti e la sabbia sgombra dalla cagnara”. E così, in una terra che ancora si appartiene, anche il protagonista si riappropria delle sue radici, della sua storia, dei suoi luoghi e di tutto l’amore che li ha abitati. Lo fa assistendo il padre Nando – ormai anziano e molto malato – nella sua casa e lo fa ripercorrendo relazioni sbagliate, mancanze e ricordi d’infanzia. Lo fa affacciandosi sulla soglia degli angoli bui del suo passato e rivivendo la morte della madre. Lo fa guardando il vizio per il gioco e i soldi che scarseggiano e, insieme, convivendo con il desiderio di “avere tutto” e con una gran voglia di vita. (Giulia Ceirano)

La foglia di fico di Antonio Pascale

La foglia di fico di Antonio Pascale

Giuliana Ferrara lo accolse con entusiasmo, scrivendo che La foglia di fico, il romanzo a tappe o racconti, o meglio ad alberi, di Antonio Pascale (Einaudi) avrebbe dovuto “obbligatoriamente vincere tutti i premi del mondo”; e per vari motivi, non ultimo quello che oltre a divertire, “dà un tono discreto e razionale alla famosa ricerca, notoriamente impossibile, del senso della vita”. Bene, anzi male, non è andata proprio così. Non ha vinto neppure il Campiello, benché fosse il miglior titolo in cinquina: forse perché non si adagia su facili proclami, ma ci parla con ironia e discrezione, quasi sottovoce, del rapporto fra vita e ricordi con il mondo vegetale (Pascale è botanico per formazione e lavoro); senza dimenticare i valori simbolici e la loro ricaduta sulla nostra – o la sua – biografia. Il sottotitolo specifica: “Storie di alberi, donne, uomini”. Il suo è però soprattutto uno stile che pare benedetto dagli dei delle piante, che andranno dunque aggiunti tra i protagonisti. (Mario Baudino)

Al di qua del fiume. Il sogno della famiglia Crespi di Alessandra Selmi

Al di qua del fiume. Il sogno della famiglia Crespi

Con Al di qua del fiume (Nord – qui il nostro approfondimento) Alessandra Selmi conduce i lettori per le vie di Crespi d’Adda, oggi patrimonio dell’Unesco: racconta di come il paese industriale sia nato dal sogno di un imprenditore visionario e, al tempo stesso, molto pragmatico. Cristoforo Crespi ha creduto nella possibilità di costruire una realtà che non fosse solo un insieme di abitazioni vicine alla fabbrica, ma un mondo intero, pieno di bellezza e di opportunità per gli operai e le loro famiglie. Seguendo le vicende della famiglia Crespi e di tre famiglie di operai, il romanzo è un’appassionante saga familiare ambientata tra Ottocento e Novecento: tante sono le emozioni che si susseguono, pari quasi ai colpi di scena. Sarà impossibile, a lettura finita, non programmare una gita a Crespi d’Adda, dove parrà di sentir risuonare le voci dei personaggi, tanto ben caratterizzati nel romanzo di Selmi. (Gloria Ghioni)

Può interessarti anche

No Sleep Till Shengal di Zerocalcare

Zerocalcare, No sleep till Shengal

Zerocalcare torna in libreria per raccontare, ancora una volta, un pezzettino del recente passato, del presente e del futuro di un angolo di mondo che non siamo abituati ad ascoltare. No Sleep till Shengal (Bao Publishing, qui la nostra intervista, ndr) è la storia di un viaggio, delle difficoltà per raggiungere un posto di cui in pochi vogliono prendersi cura, ma è anche la storia di un vuoto, un vuoto che si è riempito del dolore e della sofferenza. Il genocidio degli Ezidi è così vicino a noi da non poter essere considerato ancora storia, eppure, per molti, è poco più di una news passata al telegiornale. Nonostante le migliaia di morti e la schiavitù a cui sono state ridotte le donne, quello che il fumettista riesce a intravedere negli occhi delle persone che ha incontrato è la scintilla di chi resiste, la forza di chi, nonostante abbia perso tutto, ha il bisogno di rimanere in piedi. (Giuseppe Cecere)

Può interessarti anche

Proust e Céline. La mente e l’odio

Proust e Céline. La mente e l'odio libri consigliati 2023

In quest’autunno in cui si celebra il centenario della morte dell’autore, secondo alcuni detrattori, più prolisso di sempre, di saggi dedicati a Marcel Proust ne sono usciti a bizzeffe, con gran giubilo e angoscia dei proustiani innamorati: giubilo, perché molti di questi libri sono davvero belli e importanti, una delizia da leggere. Angoscia, perché sono tanti e sono usciti tutti insieme, e chi come me, proustiana nevrotica, soffre di claustrofobia, patisce un po’ l’accumulo e la frenesia che in ogni caso sono cifre di questo tempo. In questo panorama così ricco Valerio Magrelli riesce a raccontare Proust da una prospettiva inedita: quella dell’odio, del purissimo odio, ossessivo “nella sua specifica declinazione estetica”, che a Proust portò Céline. Il risultato è un ritratto bifronte, di due scrittori immensi ma nient’affatto complementari, un ritratto fresco e a tratti spassoso, firmato da un sottile e profondo conoscitore della letteratura francese che è, sopra tutto, un poeta. (Ilaria Gaspari)

La vita sessuale di Guglielmo Sputacchiera di Alberto Ravasio

La vita sessuale di Guglielmo Sputacchiera di Alberto Ravasio libri consigliati 2022

Quando ho letto questo libro, mi sono dimenticata di dormire e mangiare. Ho interrotto il flusso delle mie attività quotidiane e mi sono dedicata solo al meraviglioso personaggio di Guglielmo Sputacchiera, cultore del porno, vergine incallito e luminare della masturbazione, che una mattina si sveglia e si ritrova intrappolato nel corpo di una donna. Dal non aver mai toccato un corpo femminile a incarnarne addirittura uno: è la metamorfosi dello Sputacchiera, il suo contrappasso dantesco e contemporaneo. Trentenne disoccupato dopo anni di studio, rassegnato a vivere nella stessa cameretta di quando era bambino, schiacciato dalla virilità asfittica del padre e circondato dallo sterco di una mediocre provincia lombarda, il protagonista assume sempre di più le sembianze di un antieroe picaresco, che mette in scena non soltanto la tragedia della “fame vaginale” ma anche della fame di sentimenti umani e veraci. Ma ciò che ho amato in modo dissennato, di questo libro, è stato lo stile: funambolico, lussureggiante e colmo di espressioni colorite e da calembour. Un’oscenità carnale e dissacrante, che ricorda Busi e sconfina nella critica socio-economica. La comicità e la tragicità sanguinano l’una nell’altra, e non può esistere comicità letteraria senza un’intelligente sperimentazione linguistica: Ravasio ha molto altro da dire, e io salterò volentieri altri pranzi e cene pur di leggerlo. (Monica Acito)

Palermo – Un’autobiografia nella luce di Giorgio Vasta e Ramak Fazel 

palermo libri consigliati 2022

Dal troppo vuoto dei deserti americani di Absolutely Nothing, Giorgio Vasta e Ramak Fazel si rivolgono al troppo pieno di Palermo nella loro ultima collaborazione fototestuale: un libro, edito da Humboldt Books, che non è nulla di quello che il titolo sembra annunciare: è solo tangenzialmente un libro su Palermo, è solo tangenzialmente un’autobiografia. È piuttosto una meditazione sulla luce che abolisce ogni narrazione in senso stretto per consegnarsi come una sequenza magmatica di frammenti luminosi, allo stesso modo delle fotografie palermitane di Fazel. Non un racconto di viaggio, non un libro su una città, non un’autobiografia, ma una “scrittura con la luce” (foto-grafia) e una storia di fantasmi. (Giuseppe Carrara)

L’età dell’entusiasmo – La mia vita con Terzani

l'età dell'entusiasmo la mia vita con terzani angela terzani staude

L’età dell’entusiasmo, memoir firmato da Angela Terzani Staude per Longanesi, a cui è stata dedicata la copertina del numero autunnale della nostra rivista, è un libro ricco di viaggi e di incontri, un tuffo nelle contraddizioni e nelle ribellioni che hanno segnato il ‘900, un diario tanto avventuroso quanto intimo, in cui non mancano passaggi difficili e dolorosi, a livello personale, generazionale e collettivo. La storia di una donna che, dopo aver affrontato un’infanzia non facile, ha vissuto una storia d’amore fuori dal comune, al fianco di un giornalista libero e appassionato: “Tiziano s’inventò una vita nuova, interessi nuovi, era pieno di idee e mi trascinava con sé. A volte mi ribellavo, mi pareva che mi portasse dove voleva lui, dove io forse non volevo andare. Ma aveva ragione, era la mia fortuna, dovevo seguirlo. Cosa potevo fare di meglio?”. Una vita e un mondo irripetibili, che ci spingono anche a riflettere sui problemi del nostro presente. (Antonio Prudenzano)

Le perfezioni di Vincenzo Latronico

Le perfezioni di Vincenzo Latronico

C’è un appartamento su cui il lettore sorvola a volo d’uccello, come su una cartina d’artista. Dentro l’appartamento troviamo dei mobili e delle vite, a cui quei mobili corrispondono. Comincia così Le perfezioni di Vincenzo Latronico, con una descrizione fredda e chirurgica, la dissezione di due esistenze. Un romanzo breve, senza dialoghi, che con documentaristica precisione segue una coppia di trentenni, italiani di origine, berlinesi di adozione. Dalla realizzazione della vita dei sogni (aperitivi, vernissage, un salotto luminoso con quelle piante che vediamo su Instagram rischiarate di sghimbescio da un raggio di sole), alla reiterazione ostinata e opaca di quegli incontri e di quei gesti sempre riproposti sui social che, come quando si ripete troppe volte una parola, perdono improvvisamente i loro contorni. La catastrofe è inevitabile, dice un verso della canzone dei Baustelle Il liberismo ha i giorni contati, e sembra averli anche la perizia con cui ha ordinato la sua quotidianità un’intera generazione che dal liberismo, in fin dei conti, è stata amorevolmente allevata. (Matilde Quarti)

Il giovane Mungo di Douglas Stuart

 Il giovane Mungo Douglas Stuart libri consigliati 2022

Il giovane Mungo (Mondadori, traduzione di Carlo Prosperi) è il nuovo romanzo di Douglas Stuart, che dopo Storia di Shuggie Bain (vincitore del Booker Prize) ritorna con una storia dai tratti simili alla precedente: lo smarrimento di un giovane ragazzo, vittima, seppur con sfondo e problematiche sociali differenti, della fragilità che gli impone il mondo. Il giovane Mungo è la storia dell’impossibilità di amare e del desiderio sempre vivo di lottare contro questa, contro un mondo in cui la mascolinità ha una sua connotazione ben precisa e non trova spazio per sfumature, in una divisione netta tra ciò che si vorrebbe e cosa si potrebbe essere. Il racconto si disgrega come una storia di formazione, dove la disillusione che la contemporaneità ci impone non la fa da padrona ma concede spazio, malgrado la crudezza della dura realtà, al sogno dell’amore. Quando il giovane Mungo è costretto a crescere con una fretta inimmaginabile, non dimentica il valore dell’amore. La vicenda è triste, crudele, ma meravigliosamente coinvolgente. (Silvia Argento)

Un amore fuori dal tempo di Carmen Yáñez

Un amore fuori dal tempo libri consigliati 2022

Testimoniare l’amore non è parlare solo di sentimento, ma di tanti istanti, privati e pubblici, in una memoria fatta di luci e di ombre. La vita di Carmen Yáñez e Luis “Lucho” Sepúlveda è stata segnata da ribellioni e atrocità, amicizie e fughe, dall’intensità dell’impegno politico, dalla normalità dell’intimità. Il loro è stato un sodalizio composto di prosa e di poesia, di dichiarazioni di amore struggenti e di periodi di lontananza dolorosi, e di tempo, frantumato in attimi per perdersi e ritrovarsi, per reinventare il mondo e il loro amore, per godere la bellezza del proprio paese, che è un legame eterno, anche quando ferito dall’orrore. Un amore fuori dal tempo (Guanda, traduzione di Roberta Bovaia) è un’intensa dichiarazione d’amore di Carmen al suo Lucho, un itinerario nelle pagine della storia del Cile, della sua cultura, di una generazione di combattenti e sognatori: un momento per rendere grazie alla vita tutta intera, con le parole del racconto, con le immagini della poesia, con gli sguardi che gli scatti di Daniel Mordzinski restituiscono, in una mappa del ricordo che annulla le barriere del tempo. (Francesca Cingoli)

Nella terra dei peschi in fiore di Melissa Fu

nella terra dei peschi in fiore

Ritornare alle origini per affermare il proprio destino. Raffinato come un un dipinto shǒujuǎn e coinvolgente quanto la vicenda che ci racconta (quella delle diaspore cinesi, dal 1948 a oggi), il romanzo d’esordio di Melissa Fu Nella terra dei peschi in fiori (Editrice Nord, traduzione di Francesca Coticchi) coinvolge i lettori in una saga familiare dalle proporzioni storiche ma di pura quotidianità relazionale, fra le pagine intense della dispersione della stirpe Dao, raccontando il sentimento di disappartenenza che spesso coglie i cittadini immigrati, anche se di seconde o terze generazioni. Per chiunque apprezzi le atmosfere orientali e il passo curato della letteratura d’autore, un’opera al debutto che ben si annovera fra i più recenti successi della tradizione asiatica “al femminile” (da Quando le montagne cantano di Quế Mai Nguyễn Phan a Come tigri nella neve di Juhea Kim). (Stefano Risso)

Può interessarti anche

La volontà di cambiare – Mascolinità e amore di bell hooks

La volontà di cambiare libri consigliati 2022

“Perché sei solo un uomo, è solo quello che fai”, canta Lana del Rey. Gli stereotipi di genere non sono solo semplicistici, ma, come ben sa chi si identifica come donna, opprimenti. Non bisogna cadere però nell’illusione che non si ritorcano contro gli stessi uomini: per fortuna, il Saggiatore ha pubblicato per la prima volta in Italia il testo di bell hooks del 2004, La volontà di cambiare. Mascolinità e amore (traduzione di Bruna Tortorella). Partendo dal primo incontro con il maschio, nel contesto famigliare, bell hooks ragiona su come il sistema capitalista e patriarcale bianco in cui siamo immersi crei profonde ferite anche negli uomini. Con la sua scrittura limpida, l’autrice sottolinea la necessità che gli uomini non si limitino ad ascoltare le istanze del femminismo, ma decostruiscano gli schemi che li hanno formati e, allo stesso tempo, condannati. È un testo generoso, che mostra come aprirsi nella propria vulnerabilità all’amore sia una potente rivoluzione. (Anna Maniscalco)

Sì alla notte di Emilio Isgrò

Sì alla notte emilio isgrò libri consigliati 2022

“Solo ai poeti bestemmiare è lecito”. Unicamente un mondo in grado di accettare artisti scomodi può ambire alla salvezza. Così il padre della “cancellaturaEmilio Isgrò, classe 1937, nei 265 sonetti della sua ultima antologia Sì alla notte (Guanda), recupera la forma aurea della lirica italiana per parlare di amor sacro e profano, Dio, l’Europa e la pandemia. Finalista per ben due volte allo Strega, con questa raccolta, la nona, l’artista siciliano si è aggiudicato il Premio Montale Fuori di Casa per la Letteratura 2022. Lui che fu amico e confidente di Montale fino a quando, con l’esordio della “cancellatura”, si ruppero i legami. Nessuna scelta iconoclasta da parte dell’artista o assimilabile alla cancel culture di oggi. Il nascondimento della parola è protezione. La sua è “distruzione apparente, custodia reale, silenzio dell’anima, desiderio di nuova verità”. E allora l’amata moglie Scilla che campeggia nel ritratto in copertina è l’Ape regina, “la sola tra fulmini e scintille / che sa  dire le cose senza dirle”. E Paolo e Francesca rivivono in questi versi: “La traccia della vita è da proteggere / dalla cruda minaccia del diavolo / che scrive sempre quel che non sa leggere”. (Alessia Liparoti)

Questioni scottanti di Margaret Atwood

Questioni scottanti di Margaret Atwood libri consigliati 2022

Ci vuole un grande acume per parlare dei problemi del nostro presente senza incartarsi, scadere nelle banalità o ripetere quello che hanno già detto altri prima di noi. Ci vuole una forte consapevolezza, una mentalità aperta e, forse, una penna coinvolgente come quella dell’autrice canadese Margaret Atwood. Questioni scottanti (in libreria per Ponte alle Grazie nella traduzione di Guido Calza) è una raccolta di articoli, saggi, discorsi e prefazioni che, nel corso degli anni, la visionaria autrice del romanzo bestseller Il racconto dell’ancella ha dedicato a una lucida e spesso scomoda analisi dei tempi che corrono. Il suo è un compendio tagliente e ironico, in cui la sua visione del femminismo, dell’ecologia e dei totalitarismi emerge in maniera chiara e tonante, offrendo numerosi spunti di riflessione e riconfermandola come una scrittrice lucida, brillante, della quale sarebbe impossibile ormai fare a meno. (Eva Mascolino)

Gli altri americani di Laila Lalami

Copertina di Gli Altri Americani di Laila Lalami Libri consigliati 2022

Chi sono Gli altri americani? Tutti gli Altri. Quelli che non sono bianchi, benestanti, cattolici. La maggioranza, insomma. Laila Lalami è una scrittrice marocchina, naturalizzata statunitense. In questo romanzo, il suo quarto negli Stati Uniti, pubblicato da Ponte alle Grazie e tradotto da Andrea Branchi, intreccia la saga famigliare al thriller, una storia d’amore alla letteratura di denuncia. La forza nella sua scrittura, oltre che nel raccontare una vicenda coinvolgente di razzismo contemporaneo, sta nell’imperfezione dei suoi personaggi, tutti così reali e sinceri, così meschini e piccoli, così forti e coraggiosi, così i nostri migliori amici, vicini di casa, colleghi odiati o amati. Laila Lalami è una grande scrittrice, e tutti i suoi romanzi sono stati ampiamente premiati e riconosciuti. (Silvia Cannarsa)

Il sesso che verrà di Katherine Angel

Il sesso che verrà, di Katherine Angel è uno dei libri consigliati 2022

Il 2017 sembra lontanissimo. Che ne è stato del #metoo? Il sesso che verrà di Katherine Angel (Blackie Edizioni) prova a dare la risposta, ma anche un senso a quel terremoto mediatico che ha provato a cambiare il paradigma con cui ci approcciamo al desiderio, alle relazioni e al sesso. Angel è un’ottima saggista, ma soprattutto una divulgatrice degna di questo nome: non c’è pagina che non riporti in nota la relativa fonte di riferimento, ma allo stesso tempo la prosa è fluida e appassionante e non mancano mai agganci alla cultura pop. In questo libro in particolare, l’autrice sviscera il tema del consenso come cardine per rendere il sesso (di nuovo) buono, se mai lo è stato. Non è il solito saggio femminista: alla critica aggiunge elementi psicanalitici che lo rendono un testo profondo, da consultare per imparare a conoscere meglio sé stess*. (Veronica Tosetti)

Gli incubi di Kafka di Peter Kuper

Gli incubi di Kafka libri consigliati 2022

Amante delle opere di Kafka, Peter Kuper inizia a illustrare i suoi lavori nel 1988, e Gli incubi di Kafka (Tenué) è l’insieme di alcune delle storie più iconiche dell’autore boemo: 14 racconti brevi riadattati e illustrati dal fumettista americano, che riesce nell’ardua impresa di mantenere intatto, senza alcuna caricatura, il macabro umorismo kafkiano. Da sempre affascinato dai testi classici, e già autore di Cuore di tenebra (sempre edito da Tenué), Kuper ne offre nuove interpretazioni, reinventandoli e adattandoli ai tempi contemporanei. Il risultato è una lettura sorprendentemente attuale, un lavoro fedele e rispettoso, non solo un omaggio alla letteratura classica ma una minuziosa opera di reinterpretazione letteraria. Le storie inquietanti e angoscianti di Kafka si adattano perfettamente alle tavole disturbanti, cariche di neri e paranoiche di Kuper. (Gianluca Granito)

Scopri le nostre Newsletter

We would love to say thanks to the writer of this article for this awesome material

23 libri consigliati del 2022

You can find our social media pages here and other related pages herehttps://star1015fm.com/related-pages/