Zerocalcare, from Tiburtino to the Steam Factory in Milan: «L’ansia è ovunque»

«The meteorite is not falling. It expires». As Zerocalcare, Michele Rech’s art name, class 1983, aretino by birth, ma roman by definition, grown up, life and philosophy, nonché internationale per sguardo e successo, racconta la sugestión de cui nasce la sua grande monstro personale Zerocalcare. Dopo il botto, prodotta da Arthemisia, ideata da Silvia Barbagallo e curata da Giulia Ferracci, opitata da oggi fino al 23 aprile al Fabbrica del Vapore, a Milano.

INADEGUATEZZA
In this way, a bit of Rome and Romanity goes in transfer and also conquers northern Italy. «How do I live this thing? – ci confida il fumettista – Male, come tutte le sew che faccio, with a longing for my ammazza. La questione cittadina, però, alla fine non la sento in modo particularare. All in all, the minimum common denominator to increase all my sewing is not anagraphic, not geographical, but the other is in a species of inadequate that one does carry inside ». E nonostante i diciotto volumi publicati, tradotti in più lingue, cult sin dal primo, La profezia dell’armadillo – diventato un film – e la serie Netflix Strappare lungo i bordi, que la sensazione Zerocalcare conosce, riconosce e, soprattutto, illustra bene. Other cinquecento i lavori esposti, tra tavole originali, video, bozzetti, illustrazioni, un’opera site specific e quant’ altro. Tutto per raccontarsi e raccontarci, tra politica, società, resistenza collective, good intentions, forse, and mancati risultati. Perché, durante il lockdown, si diceva che poi saremmo diventati più buoni, ma non è stato così. Anzi.

LE FERITE
«I miei personaggi sono diventati come tutti quanti noi, con le ferite fruto dell’isolamento che abbiamo vissuto e che, en cualche modo, ci ha fragmentato. Some of us had a format for our opinions that were not without control and mediation, but my social life alone at home and that impression that I had preferred a radicality of those who did not render against us».

Atraverso l’Armadillo, il Cinghiale, il Secco, Lady Cocca e ovviamente se stesso, nonché i so many reportage, dunque, ci invites to spogliarci dei falsi buonismi e guardici allo specchio. «Uno exchange di opinioni oggi venta un guerra santa, gli uni contro gli altri. This has incised so many things in relation to the person». Eccolo, allora, the expired meteorite. Entering the show if it comes proiettati in a post-apocalyptic city, che rimanda sia all’idea di comunità, sia alla nostra dimensione interiore. Dietro le porte chiuse delle case, oltre le finestre obscurate, al di la delle paure, literally mostruose, si vedono, però, fiammelle di speranza. Accanto alle tavole made during the lockdown, ci sono i grandi feari dei suoi lavori dei, dalla resistenza del popolo Kurdo alle proteste dei lavoratori per condizioni di vita più dignitose, dal roolo delle donne alle ingiustizie sociali. Si va dai disegni sul caso di Giulio Regeni all’illustrazione per l’anniversario della strage di Piazza Fontana, da la memoria è un ingranaggio collettivo a tavole como La Rabbia e oltre.

«This show potrebbe, in fundo, finire in tragedia – he says, speaking about his dream – in the path of material divisivi, che chi has seen my series on Netflix non si aspetta. Ora, potrebbe pensare: Non leggerò mai più nulla di suo de él ». Quali i fear that he is worried about me? «In generale, ho lettori che, di solo, la pensano perlopiù come me. Per molti, però, what the prison is a very difficult argument. It is said that vi dovrebbero essere guarantiti i basilari diritti umani, the people respond to ancora mica è un hotel a cinque stelle».

SANTI PROTECTORI
Non mancano tavole sul suo mondo di affetti e amici. And there is a section sui santi protectori. «Mi comes continuously chiesto chi sono i miei eroi, modelli, santi. Alla fine, un giorno, ho deciso: sono questi. C’è Kurt Cobain, che per me è l’incarnazione degli anni Novanta. E c’è Gaetano Bresci: I love the vendetta story and the idea of ​​what part of America to kill the re, in order to venge the terrible compiuta of Bava Beccaris that sparò sulla fucks for the account of the sovrano, my sows a beautiful literary story.

Tra i santi, inoltre, personaggi da film – «C’è il tirannosauro di Jurassic Park» – e altri ben più vicini. «Ci ​​sono anche i miei amici che, disprezzando il mio lavoro in cualche modo, sono quelli che mi tengono con i piedi per terra, perché il modo peggiore di prendere brutte strade è circondasi di leccaculo. For me, there are people around me who do not attribute any value to your work, it is always a good thing ». Cosa ci sarà dopo la mostra? “Non so neppure se ci sarà un dopo, in this moment,” she affirms, with il sorriso-potrebbe uscire, posthumously, the second series on Netflix l’anno next, non so ancora when but soon. This world does not render me cattivo è il title, tra purpose, promise and mantra.
valeria arnaldi
© RIPRODUCIÓN RISERVATA

© RIPRODUCIÓN RISERVATA

We wish to thank the author of this post for this awesome web content

Zerocalcare, from Tiburtino to the Steam Factory in Milan: «L’ansia è ovunque»


Explore our social media profiles as well as other pages related to themhttps://star1015fm.com/related-pages/