Scoperto il “secret” del tuffatore di Paestum

AGI – The mysterious dipinto nella tomba del Tuffatore, nell’area archeologica di Paestum, in Campania, is at the center of a new study signed by the tedesco teacher Tonio Holscher who for the first time consigns a totally different reading key, staccando l’opera greca dalle spiegazioni escatologiche e simboliche date fine in decenni di dibattiti e speculazioni tra i massimi esperti.

The book signed by Holscher, professor of classical archeology at the University of Heidelberg, entitled “Il nuotatore di Paestumgioventù, eros e mare nell’antica Grecia”, segna invece a svolta radicale nell’interpretazione of the mythical Tuffatore: per lui, simply, the figure represents a real scene, esatmente quello che tutti noi vediamo, ovvero un giovane che jumps in water , sul punto di tuffarsi, e non una metaphora sul passaggio dalla vita alla morte.

At the center of his book c’è the rappresentazione of the famous Tuffatore il blasonato tedesco archeologist, 82enne, has analyzed thinking ad a vast public, devoting the greatest attention to all’emozione aroused by that painting and to his poetic breath. Così, secondo Holscher, per svelare i mystery of this unique iconography in its genere bisogna and will be oltre “the fine common opinion now expresses, that fosse an image of eschatological symbolism” has described the scholar to the Spanish daily El Pais.

His is a direct reference to all’interpretazione più consensuale sul dipinto, ovvero che il giovane non si gettò in mare, ma fece un passage dalla vita alla morte, in cui il mare rappresenta l’eternità. For the tedesco archeologist, per capire piemente il senso del tuffatore di Paestum, he was wont to place it in the Greek answer. A message that, by Holscher, goes into other art by reviving elements of social life, politics and affective, consenting to explore fundamental aspects of Greek culture.

per lui the tomb of the Tuffatore contains important indications on the rapport of Giovanni con gli adulti nel mondo classico, “a very diverse rapport of us in cui i giovani erano la speranza della società” has spegato l’archeologo tedesco al quotidiano spagnolo. At that time when the importance of beauty was not only a legacy of external appearance, physical treatment, social quality, spirituality and ethics, again the healthy and strong body is beautiful and the instrument of human excellence .

In which answer, the sua affermazione è che il nuotatore di Paestum fosse a realistic representation, di “una realtà non banale ma significan”. It is precisely the theoretical core of the book signed by Holscher who clearly, inoltre, il rapporto particularly intense dei greci con il mare, nonostante alcuni studiessi abbiano a longo negato. An ambivalent rapport, di paura e fascino, e l’amore dei greci per il nuoto, so much so that there is a Greek proverb that equates il non saper nuotare to non saper leggere.

The studious tedesco poi deplores and pregiudizi so much with cui è stata accostata l’immagine del Tuffatore di Paestum, evidenziando che “il più grande, which eschatological symbolism, has such a Christian origin“. Secondly, the jump in the sea is not a metaphor for a real image, a rite of passage that richiama to anything that really accadeva, a true and own social activity.

The scholar insists on his realty of the Tuffatore jump, “an ephebe that in the passaggio all’età adult showed his athletic ability and his courage jumping davanti agli occhi di uomini adulti che provarono erotica attraction por i ragazzi, che introdussero nel mondo della polis cittadini”. The teacher has fatto notice a certain storica and cultural continuity of the practice of the giovani di gettarsi in mare dall’altociting Polignano a Mare, sulla costa pugliese.

Passing there part of the artistic presentation, second Holscher il nuotatore abbronzato del Salto di Paestum rivela great technique and the fruit of so much practice. A very beautiful scene, a great harmony of the difference ad eccezione della testa, only aspect “unrealistic, poichè tenuta alta e non tra le braccia, ma show it è important nell’arte greca, è una convention” ha fato nore el studioso. Other convention is the way in which the sesso came rappresentato poichè, as analyzed by Holscher, “although it was important, because the scene has an erotic component, ma i greci preferred the sesso non molto grande. It is not un’infantilizzazione e rappresentelo grande sembrava loro di cattivo gusto”.

Rimane invece part of the mystery sul luogo dal quale il Tuffatore jumps, that sows a tower of stone, ma fine gli archeology non hanno rinvenuto nulla di simile sul sito di Posidoniaribattezzata Paestum dai romani, in riva al mare e che prese il nome greco dal dio del mare.

The opinion is that there are constructions in the wood or the point in which it is accredited by Giovanni Saltassero, because of his rock’s inscriptions, so I have chosen to locate it precisely. Infine to the moment ci sono ancora speculazioni e nessuna certezza sull’identità del nuotatore di Paestum che, secondo Holscher, dovrebbe essere stato a member of the elite of the city, culturally Greek, presumably morto in giovane età.

I greci solitamente realizzavano le più belle tombe e monumenti funebri per coloro che morivano giovani, un fatto che aroused in loro molta commozione. Probably this iconic tomba was stata commissionata dalla famiglia della vittima, in memoria di questa giovinezza spazzata via, ma che if he presses with an extreme vitality in his balance, catapulting that Tuffatore nell’eternità.

Authentic star of the Museo Archeologico Nazionale di Paestum è la cosiddetta Tomba del Tuffatore, reached in 1968: per dimensioni e soggetto è un singular esempio di età greca della Magna Grecia (480-70 BC). The figure of the giovane suspicious in the voice, almost flying, nell’atto di raggiungere lo specchio d’acqua substantia, incanta chiunque l’osservi.

Its deep meaning of this image is dibattito è ancora aperto e nell’affresco non ci sono elementi utilisada a decipher it. The scene, collocated all’interno sulla lastra di copertura della tomba, per ‘guardarè il defunto, è spoglia ed essenziale e non fa alcun reference to divinity or mythological figure.

For molti studiosi rappresenterebbe quindi il passaggio dalla vita alla morte, ma secondo pareri contrastanti il ​​tuffo consapevole del protagonist noncombacia with l’idea di aldilà degli antichi greci del V secolo aC, ovvero un luogo di tenebra tutt’altro che lieto. In 1997 the archeological site of Paestum, an area of ​​120 ettari, was included in the UNESCO world heritage list.



We would love to thank the author of this short article for this incredible content

Scoperto il “secret” del tuffatore di Paestum



Visit our social media accounts and also other pages related to themhttps://star1015fm.com/related-pages/