«Incidere con la cultura»: the gallery owner Francesco Pantaleone at the Comune di Palermo

Founded in 2003, immersed in the historic center of Palermo, near the famous Mercato della Vucciria, first in the historic environment of Palazzo Gravina Filangeri di Rammanca, near Palazzo Di Napoli, ai Quattro Canti, all’incrocio dei principali asi viari della città , the FPAC – Francesco Pantaleone Contemporary Art It is one of the art galleries più rinomate in Italy. Stefano Arienti, Per Barcaly, Letizia Battaglia, Liliana Moro, Stefania Galegati, John Kleckner, Loredana Longo, Ignazio Mortellaro, Keiran Brennan Hinton, alcuni degli artisti esposti, tra grandi nomi affermati e promettenti emergenti, tra valorizzazione of the territory and opening agli stimoli internazionali . In 2017, the second venue in Milan, in the Porta Romana area, later moved to Palermo. Ad animare questo progetto, l’energia e la visione di Francesco PantaleonBorn to a Tedescan mother and a Sicilian father, he attended the Accademia di Belle Arti di Urbino, in London and New York. E adesso, a new adventure, putting his experience in art and culture at the service of the community. Eat? Candidandosi nella list di Franco Micelias Consigliere Comunale, in view of the upcoming elections of June 12, 2022.

What thing have you started to run for and what have you had in mind for Palermo?

«Il motore que mi spinge semper è l’amore per Palermo, ma c’è ache la fiducia nel fatto che gli ideali en cui crediamo possano ancora essere motive de change. Per anni ho semper vissuto da semplice cittadino le complessità di Palermo, adesso ho felt la necessità 50 anni di mettermi in gioco e spingermi a fare un paso in più. I am very happy that I am very old and non-immediate to face the problem. Ma la logica delle piccole cose e dei gesti semplici credo che possa dare segnali concreti ed i lunghi anni ad osservare mi hanno moda di capire cosa concretely serve a chi vive la quotidianità della città. Naturally, my field is that of the culture and that proves for how many months I have had an impact».

Il nome conca d’arte gioca conca d’oro e la demanda que non può essere rivolta ad altro se non all’idea delle immense possibilità – alche economiche – che avrebbe Palermo nel sviluppare i suoi tesori.

«Le possibilità if close, if I invent and if trovan. Insert me. Prima da sognatori e idealisti ma poi ache da personae concrete que desiderano soluzioni ai problemi, trovare possibilità alle intenzioni. I know one thing that doesn’t matter, it’s not leasing or I’ll live in the past to say that it’s possible that it’s not. Bisogna will build the opportunità e Palermo in questo senso mi ha semper data ragione».

By the name of a political faith, what are the models and who are you inspired by?

«The example of my family, the integrity of my father, the rigor and kindness of my mother, the correctness and generosity of the great person who in this journey of life has not grown. Potrei fare nomi importanti ed eroici che hanno segnato la mia vita como quella dei siciliani tutti, ma non li farò perché non voglio cadere nella rhetoric e perché sento che l’exempio e la luce di questi uomini e donne speciali sono stelle access per tutti coloro che sanno in che direction guarde».

We would love to give thanks to the author of this article for this remarkable material

«Incidere con la cultura»: the gallery owner Francesco Pantaleone at the Comune di Palermo


You can view our social media profiles here and additional related pages here.https://star1015fm.com/related-pages/