He died Hermann Nitsch

When performance was a fatto di sangue: Hermann Nitsch’s participatory authenticity of art is agli antipodi di certa aesthetica relazionale (secular cult and aesthetic of political correttezza) oggi di moda

Quando gli si chiedeva in quale Paese il suo lavoro fosse stato meglio compreso rispondeva senza esitazioni: «L’Italy». She addressed him in an interview with Flavia Foradini, who published her «Vernissage» in December 2006: «I think it is important for the community, in particular for the Catholic and Barocco, and for the Italians who give space to the sensibility, non li temono, li experimentano, non come in Austria, dove di tanto in tanto ho ancora problemi, e ogni tanto mi si accusa anchor of pornography, of blasphemy, of seviziare animali. In realtà non faccio altro che far avvenire la loro macellazione nell’ambito delle mie Azioni’s dramatic flow. In the complex but the situation is migliorata in Austria, also with the Church».

It is not just a question of “blood and anemia”, but of the common conviction that art does not start and does not finish on a canvas or in a show, in a merely executive, bensì participative, part of the author-officiante and of the publicly involved in experience, he is the great priest of the cult for decades practiced by Hermann Nitsch sia Peppe Morra, who hosts in his Fondazione a Napoli a museum dedicated to the Austrian artist who was shared on April 18 after all’età di 83 anni. Eppure even the Catholic and Christian Democratic Italy, in 1974, pretesse and ottenne l’expulsione di Nitsch dal Bel Paese on the occasion of the Aktion n. 45, own press at Studio Morra dell’allora gallery owner Peppe Morra, che ricorda: «During the action in via Calabritto, the police intervened, about three hundred people who were walking and coming, and who was on the scale of the palazzo if it was imbrattata di sangue. Gli inquilini if ​​they regretted alarming and fecero I will intervene le force dell’ordine. When Hermann li vide, he fece cenno ai musicisti di suonare ancora e più forte, lui avrebbe continuato».

The mystical and religious component is the fundamental element of Viennese Azionism, a chapter of performative art and Body-art. In 1962, the year of Nitsch’s collective performance, Otto Mühl and Adolf Frohmer returned to Vienna and are traditionally identified as the birth date of Azionism. A little ovunque in the world, the nearby artist in that period of abbattere and limiti della painting da cavalletto; Allan Kaprow, egli stesso protagonist of performance-art, parlò e scrisse di Eredità di Jackson Pollockcioè dell’artista che aveva tramutato la pictura in azione, announcing l’avvento di artisti che «Ci renderanno partecipi di un serie de events e avvenimenti inauditi». Ma nell’Austria che aveva anchor addosso il marchio dell’annessione alla nazista Germany, was altrettanto forte l’eredità della psicanalisi; e Nitsch è stato a powerful evocatore degli archetipi junghiani.

It was a discesa alle Madri, a path of denial of the soggettività dell’artista that if it transfigures, insieme, in element of the opera, officiant and sacrificial agnello, also through the degradation of the body itself. Come altri Azionisti, also Nitsch partì dalla pittura; ben presto il colore rosso dei suoi «dipinti» of him divenne sangue vero. Nasce l’Orgien Mysterien Theater, in cui il pubblico, nelle intenzioni dell’autore, come condotto «attraverso l’organizzazione rituale di form sensuali elementari per fare un passo verso una vita intesa como continua celebrativa festa». In the ritual sacrifice of animals (giunse aimpiegare, crocifiggendoli, squartandoli, riempiendone le carcasse di fiori, aspergendo se stesso ei partecipanti con il loro sangue quaranta cadaveri di agnelli), nell’orgia di suoni, odori, riti, esperienze estatiche, si compiva the new stagione dell’arte totale e anchora una volta non si potè fare a less dell’eterno ritornante, Richard Wagner, well present, oggi, nelle post-umane saghe di Matthew Barney.

Nitsch concretizes a cultural syncretism for Greek tragedy, polytheism and Christianity: «Nelle our azionispiego, the poetry diventa pittura, the pittura diventa poetry, the music diventa azione, the pittura d’azione diventa theater». Pianete e sindoni sulle quali il sangue versato in quei riti si ossidava in rugginose varianti erano l’eco di quell’arte estrema che si ricomponeva in an installation dimension or in her fissità dell’opera-reliquia. Only at this moment l’opera di Nitsch comes accettata; In 2016 the Duomo di Prato giunge ad accogliere a «Crocifissione».

Più difficile, per il pubblico, accettare ciò che data origine a quei drappi incrostati di sangue. Ten years ago the Palazzo delle Esposizioni di Roma, la città nelle cui viscere oggi visitiamo i mitrei in cui scorreva il sangue taurino del cult cui probably come iniziato lo esteso imperatore Costantino (pure fondatore del cristianesimo como religione di estato) potè ospitare a retrospettiva dell ‘ormai celebre azionista solo a patto che non venissero esibiti i video con la registrazioni degli happening. Furono le associazioni animaliste a chiederlo, in the name of the dignità ferita degli animali utilizzati.

«For me this answer is a vero paradossoreplied, fra gli altri, Lorand Hegyi, at the time director of the Museum of Modern Art of Vienna and curator of the exhibition. Nitsch in Austria is soggetto a continui attacchi dell’estrema destra; The environmentalists forse non sanno che due mesi fa Nitsch has performed a great performance in a public space in support of Greenpeace; Due to his grand quadri, he was in the seat of the Austrian Partito dei Verdi. Eppure qui lo si accusa di aver torture degli animali. Posso I will say with certainty that my life in his life Herman Nitsch has tortured or killed an animal. Egli utilizza simboli culturali molto antichi, anzi arcaici e basti I will think about all'”Agnus Dei” invocato ogni giorno nelle messe cattoliche, dove si parla ache di sangue bevuto e carne mangiata nei simboli dell’ostia e del vino. I think that the art of Nitsch is universalist and pantheist; egli vuole partecipare al processo della natura di cui noi, in quanto esseri umani, siamo parte con tutte le conseguenze: ci nutriamo di carne, uccidiamo in quanto animali degli altri animali, proper eat a cat or a cane che si cibano anch’essi di meat, but this is part of our nature and not if we can talk about sadism, perversity or torture. If I simply try to learn the knowledge of the fact that we are a natural creation and we abbiamo il dovere di controllare noi stessi».

Intervenne also Achille Bonito Oliva: «In Nitsch’s case, the animal comes recovered from death, like an inert oggetto and goes through an alchemic process, under the artist’s hand, rises to a sort of resurrection, specifies the critic. La putrefazione e la morte colpiscono lo spettatore, scandalizzato perché lives in a inodore and insapore society, dominated by a television that vetrinizza e spettacolarizza ogni cosa; così lo spettatore si aspetta also gives a show un’immagine bloccata e controllata; In this case, but, the action does not change in senso orizzontale ma in profondità. Qui scatta lo scandalo, the aesthetic situation that interdisceives the voyeurism of the spectator and places him in an interactive position, forcing him to intervene». Più semplice, indubitably, interacts with a giostra by Carsten Höller or with a tastiera from our pc.

Oggi che l’arte relazionale is diventata a sorta veicolo esthetico della correttezza politica e difficile, per i culti delle new “religion esperienziali”, accettare tra i protoparenti della corrente oggi dominant also the visionary Austrian artist. A nonno a bit embarrassing, deep down, a bit orc a bit elf. Meglio, per so much, abandon all’abbraccio e allo sguardo magnetico y inodore di Marina Abramovic, che della performance si autodefinisce la nonna.
Eppure Nitsch è estato one degli ultimi, inescindibili eredi di quella Vienna che Hermann Broch, como ricordava Jean Clair, definitive il «then say one “gaia apocalisse””, laddove l’aggettivo “gaia” è lo estesso che Nietzsche aveva applicato alla sua visione della scienza. «It means that Vienna was the aftermath of the dam of coscienza of a fine of sewing and of a climax of the pensiero. The acquisition of Viennese modernity is interesting as the end of anything and this is the time of compimento. Il trionfo is contemporaneously the scacco at the bottom of the trionfo. Under this point of view Vienna is stata il modello di tutto ciò che il XX secolo ha potuto compiere».

© Riproduzione riservata

We want to say thanks to the writer of this article for this amazing content

He died Hermann Nitsch


Discover our social media profiles as well as other pages that are related to them.https://star1015fm.com/related-pages/