Gussola, a Madonna del Ghislina in Borgolieto – OglioPoNews

One of the most fascinating sights that I was able to do for the rest of the year during the lockdown, traveling on foot from the Argine Maestro da Agoiolo to Gussola, was at the Chiesa di San Benedetto in the locality of Borgolieto. I dream of seeing it spuntare da a gruppo di alberi and I will suddenly form an insieme pictoresco; ma not appena sono sceso dall’argine e mi sono accorto della sopraelevazione del sagrato (a time cimitero di Borgolieto), cinto da un antico muretto, ho avuto la sensation di sprofondare nel tempo: il sito stesso, nella sua particolarissima conformazione denuncia tutta la Sua antichità che invece la chiesa, a little greedy in such a sense, because of the rifacimenti che nel corso del tempo ha subito, parrebbe invece occultare. The emotion più grande l’ho proves in sight of the portico d’entresso cui è annesso an oratorio, at the moment not visitabile per ragioni di security in quanto statically compromised. Ho immaginato, probably sbagliando, di trovarmi de fronte a untico ospizio per i pellegrini, come ne sorgevano talvolta nei pressi del Po, while the documentary book of Cappa Frame, a dedicated note alla chiesa, informs me about the treatment of «a stanza ad uso de oratorio por la Compagnia del SS. Sacrament”.

Ecco un “luogo del cuore” – mi sono detto – that is preserved in her integrity in how much inscindibile dal her paesaggio; a single post, unrepeatable, miraculously consecrated, gives a remote passato per parlare anchors the present, gives custody as the bene più precious of a community. Di questo luogo, in realtà, prima dell’incontro fatale, io avevo avuto notizia da Giuseppina Bachchianimatrice, assieme ad alcuni suoi colleghi della Scuola Media di Gussola, di quella riuscitissima manifestazione di sabato di cui non potrei dire e scrivere meglio di quanto abbia fatto Nazareno Condina his questa testata. Da quella bella festa, accanto alle precisissime informazioni storiche that ho imparato da vivaci ed entusiasti studenti de dodici anni, ho realizzato fundamentale, ovvero que no sarà l’arte a salvare del mundo we felt the background rumor of an incombente war , e non saremo neppure noi appassionati di arte e di storia, not any lungimirante minister, mas saranno i bambini a salvare si l’arte che il mondo, se solo smettessimo di rubare parrot il future.

And it is Borgolieto’s own, around this class of Gussola’s ragazzi if it is a community piccola prompt to reappropriation, or it will restore to the world its church appartata, with the purpose of promoting knowledge, recovery, protection and valorization.

Fra gli appassionati promoters of this printed matter, at any time Francis Filipazzi my request to visit the oratory affinché esprimessi un parere sui lacerti degli affreschi che l’adornano. Finally, this circus, thanks to Franca, has been able to avverarsi own sabato scorso and the surprise is not inferior to quell’imbarazzo che mi prende ogni volta che mi trovo di fronte a opere d’arte sconosciute. Purtroppo nella mia vita ho fatto troppe cose diverse, ho disperso energie in tante direzioni, e no posso dire que la situation sia migliorata da when ho iniziato ad occuparmi di storia dell’arte con più impegno e continuità perché ho thick più tempo nella safeguard dei beni che nello studio dei medesimi. From the front all the dilavata and assai consunta pictura raffigurante a Madonna with Bambino, which is the wall mural of the only altar in this piccola classroom, – the altar is shared, with the presence and denunciation of a predella in the cotto and the alcuni fori d’aggancio nella parete – I do have access to a lamp, specifically a projection of images that are quasi sovrapponibili, which I created in a video Roberta Ronda and Nicola Turati, accompanied by the exhibition on Ghislina currently allestita presso il Museo Diotti di Casalmaggiore. Not ho alcun dubbio che l’autore di quel dipinto murale, come pure della cornice centinata che l’adorna e, con buona probabilità, delle colonne tortili che, with discreet trompe-l’oeil effect, simulano a precious ancona, sia proprio Marcantonio Ghislina (Casalmaggiore, 1676 – Gussola, 1756), the più important Casalasco painter of the Settecento, pur in assenza, for the moment, gave a documentary proof. E se non si treatta del Ghislina in person, sarà opera di un pittore della sua bottega della, perché il marchio di fabbrica è evident, como cercherò dimostrare. Meno certa è invece l’attribuzione del fregio that runs around the room (perché di gusto più seicentesco – ma in Ghislina sono pure presenti certi anachronismi), dove girali vegetali si alternano a finte mensole dalle volute rigonfie e, ai quattro lati della sala, a cartocci raffiguranti emblemi, oggi quasi indecifrabili, ma probably allusivi alle virtù della Vergine.

In merit alla soluzione della finta cornice e dei suoi ornamenti, i riscontri non mancano, pur entre declinazioni variate, como nelle pitture murali della chiesa monastica di Santa Chiara (1719) a Casalmaggiore.

As for the Madonna, and rapport if fanno più stretti perché, al di là della typologia abbastanza comune, ci sono alcuni tratti tipici che riguardano forme e modalità chiaroscurali – si noti per esempio l’ombra sulla guancia e under il labbro inferiore – e che rivelano la matrice comune quale deduces nelle opere di autografia accertata, a Casalmaggiore ea Dosolo, appartenenti a periodi diverti. So this problem if you put the problem of the dating of the mural painting of Borgolieto perché both a high date, as well as a reference to the last production of the painting, avvenuta proprio a Gussola, sarebbero entrambe plausibili. Do not swallow in inganno the relative semplicity of the figure of the Vergine and the Bambino, but that the origin of the original picture is little more than a meager background texture (in some cases a synopsis) on the soft layer of intonaco sovrapposto a probable precedent decoration (così come pare di notare nei punti scrostati). This seed will fit perfectly with the typical executive fashion, both from the painting of its fabric and its wall, practiced in the bottega di Ghislina, with the first lean texture of color coming from the top of the pennellate più corpose turned ad aggraziare it forms and confers plastic sense with light ed ombre. La finta ancona, with the colonne salomoniche binate a reggere a tympano arcuato e spezzato, specialità di quadraturisti la cui tradizione, dai Natali in poi, è ben present a Casalmaggiore e che poteva trovare modelli nelle tavole che adorn the Prospettiva (1693-1700) gave Andrea Pozo (a true and own manual for pittori and architetti), oltre che riprese architettonico-plastiche in Pieno Settecento sugli altari di molte chiese del Casalasco, authorizzerebbe to think so much about an early date (diciamo entro el secondo decennio, time delle pitture per Santa Chiara) , how much a molto più advanced. Of the rest Ghislina in late età risulta attivo proprio a Gussola e nella chiesa di Borgolieto gli sono state riconosciute due tele poste originally ai lati del presbyterio, ovvero Rebecca al well e Cristo e l’adultera. Come c’informa Roberta Ronda, studiosa del pittore, nella Storia della Parrocchia di Gussola (1884) stilata dal parroco Francesco Faverzini its base di memorie lasciate da don Andrea Ghilina (figlio del pittore e parroco a Gussola from 1743 to 1764), the author maintains that Marcantonio avrebbe realized in late età (ormai ottantenne) degli affreschi, resulting in his name anchored in the registry of the payment mandate alla dates back to 1756, year of his death death. Che parallelly abbia lavorato also Borgolieto? It is dated 1755, graffiti on the tympanum of the entrance to the porch (annesso all’oratorio di Borgolieto), I will indicate the year of the complex’s ristrutturazione, the name of a last ghislinesque cantiere risulterebbe credibile in that cirque. Attesa di conferme documentary, if it sponsors a rapid intervention of consolidation and restoration, in priority via this piccolo building (and from the chiesa di San Benedetto), prima che il tempo e l’incuria li cancellino per sempre. Ora l’attribuzione a master of the Settecento delle decorazioni che l’adornano and accresce l’importanza e la preziosità.

Per chi no conosce il pittore, stanti le difficoltà di trovare aperti i luoghi sacri che custodiscono le sue opere, it is worth a visit to the citata mostra “Marcantonio Ghislina trecento anni dopo” opens but at 22 maggio presso il Museo Diotti, dove, oltre to a recently restored diinto, in prestito da Commessaggio, to proiezioni ea documentary materiale, sono esposte permanently quattro tele appartenenti alla maturità di questo maestro.

Walter Rose

THE PHOTOGRAPHIC DOCUMENT IN PDF: Borgolieto

Gussola a Madonna del Ghislina in Borgolieto OglioPoNews 1652292423 419 Gussola a Madonna del Ghislina in Borgolieto OglioPoNews 1652292423 111 Gussola a Madonna del Ghislina in Borgolieto OglioPoNews 1652292423 472 Gussola a Madonna del Ghislina in Borgolieto OglioPoNews1652292424 315 Gussola a Madonna del Ghislina in Borgolieto OglioPoNews

© Riproduzione riservata

We wish to thank the author of this write-up for this awesome web content

Gussola, a Madonna del Ghislina in Borgolieto – OglioPoNews


Explore our social media profiles and other related pageshttps://star1015fm.com/related-pages/