Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo, the festa delle arti di «Toledo d’Italia. Parole and Music»

It is one of its own “festa-performance”, which highlights and combines another type of art or spettatore, which offers alla cittadinanza dalle Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo a Napoli. Partita dallo scalone dorato di via Toledo, with a happy fanfara di fiati, and concludes all’interno dei suggestivi spazi dell’ex Banco di Napoli with the esibizione dell’attore Tonino Taiuti che, per l’occasione, veste i panni del celeberrimo pazzariello. Si passa dalla popolare per arrivare a quella elettronica. Give note dolci dei fine violini to the traditional Neapolitan tamburello.


History and culture, tradition and modernity, if they harmoniously intertwine in a fascinating artistic mix proposed by “Toledo d’Italia. Parole and Music”. A poetic-musical encounter, idea and curate of the regista Francesco Saponaro with the artistic collaboration of Conservatory of Music San Pietro a Majellaandato in scena oggi, 22 ottobre, with a double appuntamento ad accesso gratuitously.

«A pochi mesi dall’apertura della new headquarters – racconta Antonio Denunzio, vice director of the Gallerie d’Italia-Napoli – we open the door of the Gallerie d’Italia di Napoli with an event that starts from via Toledo and invites tourists and the city to enter the museum to live a unique artistic experience. L’abbiamo immaginata as a festa delle arti ma also as a way to render an omaggio alla città, I will celebrate the Neapolitan talent first and foremost when we bequeath it to the territory».

È la risposta non si è fatta attendere. In tanti, tra cittadini e turisti, hanno affollato i luoghi dell’evento – Realizzato da Agenzia Teatri in collaboration with Casa del Contemporaneo e promosso da Intesa Sanpaolo – being transported in a magical journey through the Gallerie d’Italia, tra i capolavori presenti e le performances que si orientano tra la musica.

For «an event – ​​evidenzia il regista Francesco Saponaro – che mette insieme musica e arti visive. Parting from the sollecitazione che abbiamo ricevuto dalla potenza espressiva delle opere che sono qui content». An’occasione che fa inoltre dialogue the Gallerie d’Italia with «i vicini Quartieri Spagnoli, il pulsating heart della città, quello popolare, che difatti il ​​propulsive nucleus of this metropolis. Per delinear un voyage tra alto e basso, tra diverse definizioni dell’arte, in cui si compie questa festa».

Ad impreziosire il viaggio ci hanno pensato gli artisti, di diverse generazioni, chiamati a fare da testimonial della grande civiltà partenopea. They have created an «emotive vibration through capolavori raccolti alle Gallerie d’Italia e le performances». Come, ad esempio, quella svolta da Musella Linen che fa laughter le parole de Wanda Marasco legate alla visionarietà dolente e lacerata di Vincenzo Gemito. or quella di Fortunate Cerlino He lends his soft voice to the Minotaur Asterione in his labyrinth in the room of the ceramic attic and magnogreche.

Many artists have joined the event with Davide Mazzella, Peppino Mazzotta, Tonino Taiuti, Ivana Maione and Federica Totaro, the choreographer Susanna Sastro and the dancer Gioele Barrella, the pianist Mariano Bellopede, the vocal duo Ebbanesis (Viviana Cangiano and Serena Pisa) and so many giovani musicians from the San Pietro a Majella Music Conservatory, Giuseppe Salime’s sassophone class, Eugenio Ottieri’s fiati ensemble and Fabio Menditto’s mandolino and chitarra classi and Vincenzo Amabile’s solo violin by Giuseppe Grieco at the Violonceliade by Luca Signorini, fine at the class of electronic music by Elio Martusciello.

We would like to thank the author of this write-up for this incredible material

Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo, the festa delle arti di «Toledo d’Italia. Parole and Music»


Explore our social media accounts along with other pages related to themhttps://star1015fm.com/related-pages/