Fiera di San Pellegrino, Fuochi a maggio, Street food festival e “concertone” delle rock band: il weekend nel forlivese

Oltre agli appuntamenti con la tradizione, con il cibo e con la musica, il teatro e l’arte, si va anche alla scoperta del territorio, con diverse escursioni, una tra tutte quella suggestiva ai cunicoli della Diga di Ridracoli, e poi l’evento sportivo benefico Forlì Green City Trail, la Festa intergenerazionale. Da non dimenticare inoltre il ricco programma di concerti ed eventi organizzati da Cgil, Cisl e Uil per il 1 maggio. Ecco tutti gli eventi sul territorio forlivese da venerdì a domenica.

Il Primo Maggio vedrà l’evento principale in piazza a Forlì alle ore 15. Dopo la Banda ‘Città di Forlì’ e il tradizionale comizio dei segretari Generali di Cgil, Cisl e Uil (intermezzo alle 16.15), si esibiranno 16 Teen Rock Band introdotti dalla presentatrice Francesca Fantini (dalle 15.45 fino alle 19). Eventi musicali e di riflessione si terranno anche in altri 10 Comuni del Forlivese.

San Pellegrino, Street food festival e Fuochi a Maggio

Domenica torna la grande Fiera di San Pellegrino o dei Cedri. Per tutta la giornata del primo maggio, giorno in cui San Pellegrino lasciò la vita terrena, il centro di Forlì si anima con le numerose bancarelle, situate in prossimità della Basilica di Santa Maria dei Servi. Otto giorni di cibo di strada con le migliori cucine su ruote animeranno invece l’area de I Portici. Street Food Festival Forlì approda in città, a due passi dal centro, fino a domenica: una ventina di truck con cibo da ogni parte d’Italia e del mondo, artisti di strada della zona, sorprese e giochi per i più piccoli, e tanta musica. Dopo due anni di pausa, torna l’appuntamento con i Fuochi a maggio che rischiarano la sera di sabato e nell’alveo del fiume Bidente, a Santa Sofia, verranno accesi i falò per dare il benvenuto alla bella stagione: a corollario cena, spettacoli di fuoco, musica. A Bertinoro la domenica del primo maggio sarà intensa, tra la commemorazione dei 5 martiri e il concerto di Santa Maria Nuova: a concludere la giornata, sarà la band ArteNovecento con il suo celebre Tributo a De André.

In musica

Le canzoni di sempre, quelle mai suonate con la band: torna in Romagna John Butler, questa volta il frontman australiano è ospite del Teatro Diego Fabbri  di Forlì, venerdì. L’ultimo album, dal titolo “Home” è una creazione molto personale di brani che riflettono il pensiero quotidiano, la famiglia e i viaggi, ha ritmi industrial e un’anima elettrica. Si terrà  sempre venerdì nella Basilica di San Mercuriale il Concerto di Pasqua del Coro Città di Forlì con un programma di polifonia su musiche di Vivaldi, Verdi, Marcello, Dengler, Chuckerbutty, Diggie. All’organo Pietro Cattaneo, dirige il maestro Omar Brui. Si tratta del primo concerto di Pasqua che il coro propone alla cittadinanza e che diventerà un appuntamento fisso negli anni a venire, così come il tradizionale concerto di Natale. Nella stessa serata Duostile in concerto per il “Friday live musica” al Bioburg superfood di Forlì: voce di Valentina Cortesi e  Giovanni Sandrini alla chitarra. È un nome leggendario, quello con cui prosegue la XXXII stagione di Area Sismica. Compositore, pianista e tastierista, Craig Taborn è infatti il più quotato pianista della sua generazione, una delle stelle più luminose del firmamento della musica non solo jazzistica attuale. Domenica si esibirà in concerto nella sede di Area Sismica. Nuovo appuntamento del ciclo “Quadri musicali”, domenica al Ridotto del Teatro Diego Fabbri: sarà il Forlì Saxophone Quartet, complesso a quattro componenti che fanno parte nella giovane orchestra dell’Istituto musicale Angelo Masini diretta dal maestro Fausto Fiorentini ad animare con note ed emozioni il Ridotto del Teatro. Per l’occasione il Foyer del Teatro Diego Fabbri sarà la cornice di un evento che rimarca l’importanza dell’accessibilità e dell’inclusione culturale. Infatti, dopo il concerto e l’aperitivo è prevista una visita guidata audiodescritta alla Grande Mostra ai Musei San Domenico.

Sui palchi dei teatri

Venerdì al Teatro Testori va in scena “Il migliore dei mondi”, il gioco-spettacolo dedicato alle nuove generazioni, che ha debuttato con successo online sulla piattaforma Twitch un anno fa.  In scena il regista dello spettacolo Michele Di Giacomo insieme a Camilla Berardi nei panni di Sofia, la giovane protagonista della storia scritta da Magdalena Barile. Tre “mostri sacri” del teatro italiano, Umberto Orsini, Franco Branciaroli e il regista Pier Luigi Pizzi, portano in scena la commedia “Pour un oui ou pour un non”, scritta da Nathalie Serraute, una delle più importanti scrittrici francesi della seconda metà del ‘900, che va in scena al Teatro Diego Fabbri di Forlì sabato e domenica. Sabato lo spettacolo “Nella città dell’inferno”, per la regia di Stefano Naldi, va in scena invece al Teatro comunale di Predappio. Di altro non si parla che della noia e della psiche umana e del sacrosanto timore di rimanere soli, del forte senso di precarietà che fa lottare ogni giorno per rimanere in equilibrio. E’ invece un musical romantico e appassionante sulle note del tango argentino, lo spettcolo che sarà sul palco del Teatro Maria Graffiedi, sabato: “Tango nel cuore”, scritto, sceneggiato e diretto da Claudio Vighi.

Cosa fare nel weekend a Cesena

Cosa fare nel weekend a Ravenna

Cosa fare nel weekend a Rimini

Feste, sport ed escursioni

Appuntamento con la “Festa intergenerazionale”, venerdì nell’Area Verde di via Dragoni a Forlì, per celebrare la ricorrenza della Giornata Europea della solidarietà tra le generazioni: l’obiettivo è quello di far incontrare nonni e bambini con le loro famiglie, frequentatori del parco, associazioni, cittadini. Sono in programma attività, giochi, letture e laboratori. Organizzata dalla Scuderia Brm, in sinergia con il Racing Team Le Fonti, sotto l’egida di Auto Moto Sport Italia e Msp Italia, si terrà domenica la prima tappa della Coppa Romagna Slalom, una serie di sei gare di auto che si svilupperanno lungo le strade delle colline della Romagna forlivese. L’appuntamento del primo Slalom Modigliana – Monte Trebbio, si disputerà lungo un percorso di tre chilometri che ripercorre in parte il tracciato di una prova speciale del Rally Colline di Romagna. Forlì Green City Trail, evento sportivo ludico motorio non competitivo anche quest’ anno correrà insieme allo Istituto Oncologico Romagnolo: appuntamento sabato al parco del Ronco Lido a Forlì con due percorsi da 12km e 6km. Piazza Morgagni viene invasa dalla primavera fino a domenica con “Stuzzica-Festa di primavera”: tanta carne alla griglia e primi romagnoli saranno protagonisti del  festival  caratterizzato anche da musica live con il ‘’Trio Santa Maradona’’ e i ‘’Same Old Shoes’, inoltre ci saranno giochi e intrattenimento per famiglie e bambini. Sono ripartititi anche gli appuntamenti di “Alba, gusto e passeggiata”, iniziativa organizzata dall’azienda agricola Rio del Sol e dall’agriturismo La Sabbiona dedicata agli amanti del trekking, del nord walking e della bicicletta che desiderano scoprire un suggestivo angolo di Romagna gustandone i sapori tipici e i paesaggi. Tutti i sabati e le domeniche mattina, a piedi o in mountain bike, sarà possibile percorrere un itinerario di cinque chilometri, tra colazione ed aperitivo. Si va “Ai piedi del gigante”, sabato, con la visita guidata ai cunicoli della Diga di Ridracoli: si potrà scoprire cos’è un pendolo rovescio o uno stramazzo triangolare, una visita emozionante ed esclusiva possibile solo se accompagnati da un esperto. Domenica invece trekking in uno dei luoghi simbolo del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi: il Santuario e la foresta de La Verna. Si arriverà al santuario dal basso, percorrendo la prima parte del Sentiero Natura, passando per La Beccia e la “Cappella degli Uccelli” (edificata nel 1602 per ricordare un fatto narrato nei Fioretti di San Francesco).

Filatelia, arte a tutto tondo  e cinema

E’ aperto al pubblico il nuovo appuntamento espositivo ai Musei San Domenico di Forlì, dedicato a un grande mito femminile della nostra storia, una figura misteriosa e travisata: Maria Maddalena. Attraverso alcune delle più preziose e affascinanti opere d’arte a lei dedicate, l’esposizione forlivese “Maddalena. Il mistero e l’immagine” del 2022 – a cura di Cristina Acidini, Paola Refice, Fernando Mazzocca – intende indagare il mistero irrisoltodi una donna di nome Mariache ancora inquieta e affascina. Fino al 10 luglio, le sale del San Domenico ospiteranno 200 opere tra le più significative dal III sec. d.C. al Novecento, suddivise in 11 sezioni, in un percorso espositivoche ricomprende pittura, scultura, miniature, arazzi, argenti e opere grafiche e che si snoda attraversoi più grandi nomi di ogni epoca. In occasione delle prossime festività ci sarà un’opportunità in più per apprezzare al meglio la grande mostra: sarà attivato il servizio di ‘guida a partenza fissa’ che consente di usufruire di una visita guidata senza bisogno di organizzarsi autonomamente in gruppo. In sintonia con la mostra, sabato e domenica la Fiera di Forlì ospita il 79esimo Convegno filatelico numismatico Città di Forlì, organizzato dal circolo locale. Il tema del convegno annuale sarà dedicato a “Maria Maddalena”. Con l’esposizione “Arte e Impresa – Dino Zoli, 50 anni di creatività”, in programma fino al 2 ottobre, alla Fondazione Dino Zoli di Forlì, si aprono ufficialmente le celebrazioni del 50° anniversario dell’attività imprenditoriale di Dino Zoli: la mostra propone un excursus attraverso le opere della collezione permanente e i principali progetti d’arte promossi dalla Fondazione Dino Zoli. La Galleria Wundergrafik di Forlì ospita da sabato una mostra personale di Anny Wernert dal titolo “Viaggio di primavera, con dolce musica” , curata da Davide Boschini. Saranno esposte numerose opere astratte degli ultimi cicli pittorici della Wernert, con una particolare attenzione a grandi tele ispirate agli elementi naturali, riletti attraverso la musica in ogni sua declinazione, spesso all’interno di racconti fantastici e di immaginazione. A 3 anni di distanza dall’ultima mostra dedicata a Benito Partisani, in arte Mastro Lupo, la Galleria d’Arte Farneti di Forlì, propone un approfondimento sul cammino artistico di questo straordinario personaggio. Pittore, disegnatore, ceramista e scultore Benito Partisani (Predappio 1906-1969), fu uomo di spicco nel comune di Predappio, di cui divenne Sindaco nell’immediato dopoguerra. Da sabat la Galleria Manoni 2.0, ospita la mostra “Donne devote, sante e ribelli. Impronte femminili nell’arte”, curata da Massimiliano Zuppone e da Alessandra Righini, che intende approfondire le diverse sfaccettature della figura di Maria di Magdala, delle altre Marie e figure femminili del Vangelo, come spunto per indagare l’immagine della donna nell’arte fino ai nostri tempi.  Arte contemporanea al MAF di Forlimpopoli, con un’originale proposta che lega il Museo Archeologico di piazza Fratti con l’oasi naturalistica dello Spinadello: al MAF  è visitabile la mostra “Animalium” di Silver Plachesi, ed in parallelo, alla centrale di sollevamento dello Spinadello, aprirà “Aquarium” dello stesso Plachesi: le due mostre raccontano attraverso la stessa tecnica – quella della recycling art (ovvero dell’arte realizzata con materiali di recupero) – il mondo animale sulla terra (al MAF) e in fondo al mare (allo Spinadello). All’Oratorio di San Sebastiano di Forlì apre i battenti la mostra fotografica “Bambini invisibili. Il lockdown dell’Infanzia”: la direzione della rivista “Infanzia” ha voluto dar voce e immagine a questa condizione d’invisibilità, sollecitando le famiglie a rappresentarla fotografando giochi, attività didattiche (a distanza), momenti di vita quotidiana, prove di resistenza e resilienza in atto nelle proprie case durante il lockdown.  Con l’inizio del 2022 la FumettoDanteca ha dato l’avvio al progetto ‘Dante701’, iniziando con un calendario di proposte che vede l’evento ‘Dante Disneyano’ in primo piano. L’esposizione, in sede e online, propone tutte le forme nelle quali è stato presentato l’aspetto dantesco attraverso le opere disneyane. Alla casa natale di Mussolini a  Predappio è visitabile la mostra “Da Dovìa a Predappio Nuova”: si tratta di un’esposizione di libri, documenti, opere pittoriche, sculture e bassorilievi provenienti da collezionisti o enti pubblici che vanno a ripercorrere la storia di Predappio e dei territori che l’attorniano. Una mostra che raccoglie cimeli e documenti assolutamente inediti provenienti dagli archivi locali e da collezioni toscane, esposti a Palazzo Pretorio di Terra del Sole: Napoleone rappresenta ancora oggi un mito, un generale apparentemente invincibile, con intuizioni che ancora oggi stupiscono ma fu anche avversato da una parte consistente della popolazione della Romagna Toscana che tra il 1797 ed il 1801 subì tassazioni, espropri e violenze, come testimoniato dai documenti conservati nell’archivio di Terra del Sole. Spostandosi verso Meldola, Rocca delle Caminate è di nuovo visitabile per il pubblico, dopo la chiusura nel periodo invernale. Per tutta l’estate, il castello sarà aperto ogni sabato e domenica.  L’ultimo film scelto dalla Sala San Luigi per il mese di aprile è Cyrano, adattamento del famoso romanzo francese Cyrano de Bergerac, diretto da Joe Wright. È la storia del valoroso condottiero nonché poeta Cyrano de Bergerac, mai vinto sul campo di battaglia o nei duelli, che finisce per cadere preda dell’amore per la giovane Roxanne, in cerca purtroppo di un matrimonio facoltoso per ridare lustro al suo titolo familiare.

We want to say thanks to the writer of this write-up for this amazing material

Fiera di San Pellegrino, Fuochi a maggio, Street food festival e “concertone” delle rock band: il weekend nel forlivese

You can find our social media profiles here as well as additional related pages here.https://star1015fm.com/related-pages/